sabato, 17 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Asi. I social comunicano la ‘cacciata’ di Battiston
Pubblicato il 06-11-2018


battistonRoberto Battiston non è più presidente dell’Agenzia spaziale italiana: stamattina è stato sollevato dall’incarico dal ministro dell’Istruzione Marco Bussetti. “Oggi il Ministro Bussetti con mia sorpresa mi ha comunicato la revoca immediata dell’incarico di Presidente Asi. È il primo spoil system di Ente di Ricerca”, ha scritto Battiston su Twitter. “Grazie – ha aggiunto – alle migliaia di persone con cui ho condiviso quattro anni fantastici di spazio Italiano”.


Trentino, sessantadue anni, Roberto Battiston era al suo secondo mandato come presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, dopo la prima nomina avvenuta nel 2014.Ordinario di Fisica Sperimentale all’Università di Trento, insieme al premio Nobel Samuel Chao Chung Ting è considerato il “papà” dello spettrometro magnetico (AMS-2), dal 2011 in orbita agganciato alla Stazione spaziale internazionale, per effettuare per la prima volta misure di precisione dei Raggi Cosmici nello Spazio.È stato anche presidente della seconda commissione dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) per la Fisica Astroparticellare ed è membro del Tifpa, il nuovo Centro Nazionale dell’Infn a Trento.
Tuttavia fonti interne al ministero hanno fatto filtrare che il cambio al vertice dell’Asi è stato deciso dopo un’attenta verifica sull’attività svolta dall’Asi negli ultimi mesi e in attuazione delle vigenti norme di legge. Nella fattispecie, gli uomini di Bussetti hanno fatto notare che la nomina di Battiston era stata firmata dal ministro Fedeli lo scorso 7 maggio, con un governo che aveva perso la fiducia degli italiani alle elezioni del 4 marzo e agiva in ordinaria amministrazione. Quindi non poteva procedere a rinnovare l’incarico in questione.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento