sabato, 17 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Istat. Commercio al dettaglio, vendite in calo
Pubblicato il 07-11-2018


istatTra il 1995 e il 2017 la produttività del lavoro in Italia è cresciuta a un ritmo quattro volte inferiore a quello medio dell’Unione europea (lo 0,4% come media annua contro l’1,6%). Lo comunica l’Istat, sottolineando che tassi di crescita in linea con la media Ue sono stati registrati da Germania (1,5%), Francia (1,4%) e Regno Unito (1,5%). La Spagna ha segnato un tasso dello 0,6%, di poco superiore a quello italiano. Sati che arrivano insieme a quelli negativi sul commercio al dettaglio. Nel mese di settembre si è registrata una diminzuione delle vendite dello 0,8% in valore e dello 0,7% in volume. I dati Istat mostrano che la flessione negativa riguarda soprattutto i beni non alimentari (-1,1% in valore e -1,0% in volume), ma non risparmia nemmeno i beni alimentari (-0,3% in valore e -0,2% in volume).

Tuttavia nel trimestre luglio-settembre 2018, rispetto al trimestre precedente, le vendite al dettaglio sono aumentate in valore dello 0,3% e in volume dello 0,2%.

Le vendite al dettaglio diminuiscono anche su base annua: del 2,5% in valore e del 2,8% in volume. Si è verificato un calo, sempre su base annua, sia delle vendite di beni alimentari (-1,6% in valore e -3,1% in volume) sia di quelle dei beni non alimentari (-3,1% in valore e -2,6%in volume). Per quanto riguarda quest’ultime si sono registrati dei cali in quasi tutti i gruppi tranne che nel settore degli elettrodomestici, radio, tv e registratori. Il calo maggiore si è verificato nel settore dell’abbigliamento e delle calzature. Mentre il commercio elettronico è in crescita del 2,7%.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento