mercoledì, 21 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Noi siamo pronti
Pubblicato il 02-11-2018


Leggo in rete la proposta di Bobo Craxi di avviare un percorso di riunificazione del mondo socialista. Per chi ha tenuto in vita, in anni difficili, la comunità socialista senza mai discostarsene, appelli del genere vanno rispettati e valutati con attenzione. Noi stessi, nel maggio scorso, lanciammo un ‘Appello ai Socialisti’ che venne apprezzato pur senza sortire gli effetti desiderati. Si votava in giugno in decine di comuni e solo raramente si passò dalle parole ai fatti. Tenemmo addirittura un paio di incontri pubblici cui, pur invitati, alcuni dei firmatari dell’Appello non parteciparono. Tant’è. Non è mai troppo tardi. A condizione che si rispetti il partito che c’è.

Il presidente ha già convocato il Consiglio Nazionale. È l’organo di partito preposto ad assumere decisioni politiche. I suoi membri sono stati eletti in un congresso straordinario, a Roma, lo scorso anno. Una volta tenuto, chi ha tela tessa. Non ho motivo di fare passi indietro rispetto all’Appello ai Socialisti scritto solo pochi mesi fa con le mie mani, e condiviso con la segreteria. Ho proposto che al congresso possano partecipare anche coloro che, pur non iscritti, intendano riavvicinarsi, singoli o membri di associazioni di cultura socialista. Quanto a discutere guardandoci in faccia, sempre meglio che dialogare on line, eccoci qua. Io sono pronto. Noi siamo pronti.

Riccardo Nencini 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. apprezzo sempre la disponibilità a riunire i socialisti, temo che contemporaneamente giungeranno richieste di “poltrone” in particolare da chi si è rivolto all’esterno, a partire dalla campagna referendaria in poi …….

  2. Non v’è dubbio che il “discutere guardandoci in faccia” sia ottima cosa, ed è anche il modo di far conoscenza e socializzare per quanti non si sono mai incontrati, ma non sottovaluterei comunque il “dialogare on line”, che in questi anni ha permesso a molti di esprimere e confrontare su queste pagine le rispettive opinioni, e capire anche la linea politica lungo la quale intende sostanzialmente muoversi il PSI, oggi come ieri (così da poterla condividere o invece dissentire).

    Paolo B. 03.11.2018

  3. Noi siamo pronti, bella affermazione Segretario.
    Pronti a unire tutti i Socialisti, bene, ma quanti saranno mai quelli che lo vorranno senza alcun interesse particolare ?
    Può darsi che la mia opinione sull’argomento, su quello che dovremmo fare per il bene del Paese non interessa a nessuno, ma io testardo come sono, la voglio esprimere ugualmente anche in questa occasione: Suppongo che tutti o quasi tutti ci rendiamo conto che al di là delle nostalgie di quando eravamo forti,quando contavamo abbastanza per essere ascoltati, ora siamo ignorati dalle altre forze politiche, dalla stampa, dai media,eccetto quando ci sono episodi del passato che ci hanno coinvolti in fatti negativi, a torto o a ragione, strumentalmente anche il P.d. li rimarca a suo uso e consumo. Tutto questo per dire che non contiamo purtroppo più nulla e l’ennesimo tentativo di riunificazione porterà a nulla.
    Morale, non chiedo di confluire in qualche altra forza politica, tanto meno nel P.d, ma di adoperarci seriamente per favorire la nascita nell’ambito del mondo Riformista, della Sinistra di Governo, del Liberal Socialismo, del Mondo Culturale Progressista, un nuovo Soggetto Politico con un programma credibile che tenga conto delle vere esigenze della Gente per una Società Giusta che non lasci indietro Nessuno.
    Le nostre Idee, la nostra Storia, la nostra Cultura Politica, possiamo continuare a professarle con strumenti diversi da quelli del Partito e metterle a disposizione del bene comune.
    Le Elezioni Europee sono vicine, riflettiamo e cerchiamo di far riflettere anche gli altri, il punto di non ritorno è vicino!
    Voglio far presente che fin quando il Partito vivrà io sarò un tesserato Socialista. Un caro saluto.

Lascia un commento