mercoledì, 19 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Richiesta convocazione CN
Nominare commissione regole
Pubblicato il 30-11-2018


Cari compagni,

in un’ottica di leale e costruttiva collaborazione, Vi segnaliamo che il Consiglio nazionale del 17 novembre u.s. si è concluso con una rilevante svista. Infatti, purtroppo, non si è provveduto alla nomina della Commissione che dovrà redigere le regole del Congresso (da non confondersi con la Commissione che dovrà poi gestire il regolare svolgimento dell’assise congressuale, la quale, come è noto, verrà nominata successivamente in base alle indicazioni dei rappresentanti delle mozioni congressuali che verranno presentate). Onde ovviare a questa dimenticanza – probabilmente dovuta alla concitazione del momento a causa del poco tempo a disposizione dei consiglieri nazionali per effetto della convocazione della Direzione fissata alle ore 13 dello stesso giorno – sollecitiamo, ad ogni buon fine, una urgente nuova convocazione del Consiglio nazionale, poiché è ovvio che tale Commissione – che dovrà fissare le regole del Congresso – vada nominata al più presto.

Peraltro, la definizione delle regole congressuali non appare confliggere con la conclusione della campagna d’adesione al partito, in quanto l’approvazione dei dati del tesseramento rappresenta unicamente il presupposto per l’individuazione della platea dei delegati da ripartire a livello territoriale, non interessando, in alcun modo, la scelta sulle modalità di celebrazione del Congresso che lo Statuto rimette alla competenza del Consiglio nazionale (art. 8, comma ottavo), il quale può avvalersi di una Commissione che svolga un lavoro istruttorio e di proposta rispetto ad esso.

Ai sensi dell’art. 3, comma quarto, dello Statuto medesimo, invece, «L’iscrizione al Partito è gestita dagli organi nazionali del medesimo ed è approvata dalla Segreteria nazionale», pertanto viene specificato con nettezza che il tesseramento e il regolamento congressuale siano materie di competenza diversificata tra due organi nazionali, Segreteria e Consiglio, che possono dunque procedere parallelamente ad esercitare le proprie funzioni. Infine, la convocazione immediata di un’ulteriore seduta del Consiglio nazionale consentirebbe di stabilire, con anticipo e con chiarezza, i diritti di elettorato attivo e passivo degli iscritti per l’anno 2018, sia in termini di rinnovo che di nuova adesione, oltre che permettere ai numerosi consiglieri iscritti a parlare il 17 novembre di poter esprimere le loro opinioni.

Sicuri di un pronto accoglimento della presente richiesta, salutiamo fraternamente.

Enrico Buemi
Graziano Cipriani
Elisa Gambardella
Vincenzo Iacovissi
Luigi Iorio
Federico Parea
Luciano Romanzi
Silvano Rometti
Gian Franco Schietroma
Mario Serpillo

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento