sabato, 17 novembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Simone Sorrente:
Il cambiamento Oltreoceano
Pubblicato il 09-11-2018


Negli Stati Uniti due anni dopo le elezioni presidenziali si sono svolte le famose elezioni di midterm.
Questo appuntamento comporta il rinnovo totale della Camera dei Deputati, formata da 435 membri. I deputati vengono eletti secondo il criterio della “equal proportion”, che viene applicato in maniera rigorosamente matematica sulla base della numerosità percentuale della popolazione di ciascuno stato.
Il Senato si rinnova solo per un terzo e vede l’elezione di due Senatori per ogni stato.
Gli aspetti significativi di questa tornata elettorale; sono l’alta affluenza, infatti hanno votato circa 113 milioni di americani; l’alto numero di donne elette alla Camera; un cambiamento all’interno del Partito democratico dove i democratici socialisti hanno ottenuto ottimi risultati
Riportiamo il comunicato ufficiale dei Democratic Socialists of America(DSA):
“I Democratici Socialisti hanno combattuto e vinto trascinandole campagne elettorali in tutto il paese,e segnando la rinascita del movimento socialista americano, dopo generazioni in ritirata.
I candidati del DSA Alexandria Ocasio-Cortez a New York, Rashida Tlaib nel Michigan sono state ufficialmente elette come membri del Congresso; contemporaneamente Summer Lee, Gabriel Acevero, Mike Sylvester e molti altri candidati sostenuti dal DSA hanno vinto assumendo la guida del movimento di una classe di lavoratori a favore della giustizia sociale. Questo è solo l’inizio per una rinascente sinistra: il concreto lavoro per raggiungere una società equa, umana e giusta richiederà molti anni di organizzazione e di educazione. Gli ostacoli che abbiamo davanti sono ancora enormi. Mentre i Democratici sono riusciti a riconquistare una piccola maggioranza nella Camera dei Deputati, sfidando l’estrema destra e l’agenda pro-corporazioni di Trump, il Senato rimane nelle mani dei Repubblicani. Negli ultimi due anni i Repubblicani hanno fatto tutto quello che potevano per attaccare gli interessi dei lavoratori, delle persone di colore, delle donne, LGBTQIA e delle persone disabili.
Il rifiuto del cambiamento climatico e le politiche a favore dei combustibili fossili minacciano tutti noi. La retorica razzista e xenofoba di Trump ha rafforzato il violento nazionalismo bianco in tutto il paese. Il Partito Repubblicano (GOP) ha revocato importanti normative sull’ambiente, peggiorando il sistema di deportazione e attaccando la nostra assistenza sanitaria e la sicurezza sociale e ha garantito tre miliardi di dollari di tagli alle tasse per i ricchissimi. Malgrado tutte queste cose, l’establishment del Partito Democratico è stato incapace o non ha voluto organizzare una seria opposizione. Il capitalismo sfrenato ha prodotto l’aumento della povertà e delle disuguaglianze; i poveri sono in crescita, decine di milioni di persone hanno un’assistenza inadeguata o non ce l’hanno affatto, le scuole e le infrastrutture pubbliche sono scarsamente finanziate e fatiscenti, il numero di suicidi e la dipendenza da oppiacei sono in aumento, in maniera disumana gli Stati Uniti spendono miliardi per tenere più persone dietro le sbarre di ogni altro paese nel mondo.
Nonostante tutto questo un nuovo movimento della classe dei lavoratori dona a noi speranza. All’inizio di quest’anno, gli insegnanti nella Virginia Occidentale hanno fatto un grande sciopero nel paese, che portato grandi concessioni e ha stimolato simili azioni sindacali in altre comunità dall’Arizona,all’Oklahoma, al Kentucky e allo stato di Washington. Il 2018 segna il ritorno del diritto di sciopero e di quello che sembra l’inizio di una nuova era di una classe lavoratrice militante che si oppone al controllo delle corporazioni sulla nostra società. Intanto la richiesta, avanzata dal DSA e da altre organizzazioni, per un’assistenza sanitaria generale e un sistema a pagamento unico progressivamente finanziato ha raggiunto nuovi livelli di popolarità. Circa 50 mila persone si sono unite ai Socialisti Democratici d’America dopo l’elezione di Trump nel 2016.
Ispirate dal messaggio di Bernie Sanders per una morale economica e una rivoluzione politica, una nuova generazione desidera unirsi alla causa del socialismo democratico.
Grazie a questo slancio, il DSA è in grado di lottare a favore del “Medicare”, dell’Università e della parità dei diritti per tutti.
Il DSA ha ottenuto vittorie chiave in tutto il paese, sia in stati rossi (repubblicani)che in stati blu(democratici).Ciascuno dei nostri candidati ha corso contro l’establishment Repubblicano o Democratico, sostenuto dalle corporazioni, con programmi che chiedono la fine dell’austerità e dell’oppressione. Stiamo costruendo una linea diretta che dalle posizioni locali arriva fino alle politiche nazionali.
Facciamo appello a tutti coloro che credono nella causa di una giustizia sociale ed economica di un unirsi a noi per costruire un movimento di massa della e per la maggioranza della classe lavoratrice. Solo un movimento del genere può sconfiggere l’establishment politico e conquistare un mondo per molti e non solo per pochi ricchi.”

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento