mercoledì, 19 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ecotassa, Salvini sconfessa il M5S “Non ci sarà”
Pubblicato il 06-12-2018


ARMOCIDA - ARMOCIDA - AUTOSTRADE: PEDAGGI PIU' CARI DAL 2012Il Vicepremier Matteo Salvini imbarazza per l’ennesima volta gli alleati di Governo. Non ci sarà alcuna ecotassa, almeno secondo quanto ha dichiarato stamattina il Capo del Viminale approvata ieri in un emendamento alla Manovra e che così sconfessa completamente l’altro Vicepremier Luigi Di Maio che ora annuncia la convocazione di un tavolo tecnico con costruttori e consumatori. “Su auto ed emissioni si è fatta un po’ di confusione. Prima di tutto, non esiste nessuna nuova tassa per il parco veicoli già in circolazione. Chi ha un Euro 3 o qualsiasi altra macchina non pagherà un centesimo in più”, ha spiegato il Capo politico dei pentastellati.
La nuova misura, che prevedeva un’imposta crescente – da 150 ai 3mila euro – sull’ immatricolazione di auto nuove con emissioni di Co2 superiori ai 110 grammi/km, è stata aspramente criticata da metalmeccanici e concessionari auto, con Fim Fiom, Uilm e Federauto schierati insieme contro l’iniziativa di governo e preoccupati dall’impatto che un meccanismo di bonus-malus così architettato potrà avere sull’economia del Paese e sull’occupazione di un settore già esposto agli alti e bassi della crescita.
Nonostante dovesse essere il fiore all’occhiello della casacca ecologista del M5S che ancora una volta fa retromarcia per volere del ‘Capitano’ l’emendamento in realtà è a firma di Lorenzo Viviani (Lega) prevede il riconoscimento di un contributo economico fino a 6mila euro, calcolato sulla base della CO2 emessa per chilometro. Per gli acquisti di un nuovo mezzo alimentato con carburanti più inquinanti è prevista invece un’imposta che, anche in questo caso, è proporzionale al livello delle emissioni.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento