mercoledì, 19 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

La barbaria elevata a sistema
Pubblicato il 06-12-2018


A proposito del delitto di Montesansavino (Ar) Abbiamo visto quanto il nostro popolo si sia imbarbarito in così poco tempo nel nome della libertà di essere armati e del diritto all’auto difesa personale. Non starò a dare giudizi sui giornali di destra come libero che ha titolato dovremmo dare una medaglia a chi ha sparato ed ucciso e poi “il popolo lo ha già assolto”Sono parole inqualificabili difronte alla sacralità della vita di qualsiasi uomo di qualsiasi nazionalità. Neppure in guerra si dovrebbe arrivare a tanto. Nessuno dovrebbe farsi giustizia da solo,perché a cosa servono le nostre leggi la nostra civiltà se vengono usate solo per fare propaganda

Il vero problema non è questa destra di cui già sappiamo e sapevamo ma gli italiani che senza batter ciglio la applaudono come se portar via dei copertoni avesse lo stesso valore di una vita umana. L’eccesso di auto difesa deve essere punito così come la violazione delle norme di sicurezza. Una stretta deve essere messa sulla vendita delle armi per evitare che l’Italia divenga il far west se necessario devono essere potenziate le forze dell’ordine premunendosi che nei loro comportamenti non avvengano episodi di violazione delle norme di legge come purtroppo è avvenuto in alcuni rari casi. Soprattutto così come si è scatenata la canea e la plebaglia della destra non si è sentito il controcanto della sinistra che difronte a casi simili tace o si allinea al gregge anzichè contro battere con una politica alternativa ed educare i propri militanti alla difesa della legge e della civiltà da sempre principi fondamentali del suo dna. Poiché è su questi problemi sicurezza e migranti che ci si può distinguere dalla destra e riprendere un cammino che sembra interrotto

Rino Capezzuoli

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento