lunedì, 10 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Tasse sulla benzina. Lite tra Toti e il governo
Pubblicato il 03-12-2018


Benzinai truffa

È tempo di emendamenti. E quando i soldi mancano un modo facile per fare cassa è quello di aumentare le tasse sulla benzina. In un emendamento del Governo infatti si prevede che la Regione Liguria avrà la possibilità di aumentare, per il solo 2019, le accise sulla benzina per un massimo di 5 centesimi al litro.

“Per il solo anno 2019 – si legge nel testo firmato da Raduzzi (M5S), relatore della legge di bilancio – la Regione Liguria ha la facoltà di rideterminare in aumento l’aliquota dell’imposta regionale di cui all’articolo 17, comma 1, del decreto legislativo 21 dicembre 1990, n. 398, e successive modificazioni, in misura non eccedente i cinque centesimi al litro della misura massima consentita. All’onere derivante dal presente comma, pari a 0,61 milioni di euro per l’anno 2020, si provvede mediante corrispondente riduzione del fondo di cui all’articolo 55”.

Sarebbe stato il governatore della Liguria Giovanni Toti a “spingere” per l’approvazione di questo emendamento. Un emendamento che però, spiega la Regione, non farà aumentare le tasse sul carburante. “L’emendamento del Governo alla Legge di Stabilità relativo alle accise non comporterà alcun aumento delle tasse in Liguria, ma semplicemente si rinnoveranno accise in vigore da anni e utilizzate a sostegno dei territori colpiti da emergenze di Protezione Civile”. Così spiega la Regione Liguria in una nota. “Non ci sarà un centesimo in più di accise, ma solo euro destinati alla lotta al dissesto idrogeologico nella nostra Regione”, ribadisce l’ente.

“Al momento – aggiunge il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti – su circa 150 milioni di danni stimati dall’ultima perturbazione, il governo ne ha stanziati 6,5. Il ministro Toninelli dovrebbe semplicemente occuparsi di farci avere i soldi mancanti che sono stati promessi e non sono ancora arrivati”. “Se il governo – aggiunge il governatore – incapace di tagliare i propri sprechi, mantiene le accise sulla guerra di Abissinia e sulle guerre di Libia e pensa di tagliare a spese degli enti locali, Comune e Regione, le accise sul dissesto idrogeologico non sa fare i conti o non sa leggere le parole o ha una scala delle priorità francamente degna del ministro Danilo Toninelli”.

Luigi Grassi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento