mercoledì, 20 Gennaio, 2021

2020 anno da dimenticare

0

Nessuno avrebbe immaginato di dover vivere la tragica esperienza di una pandemia. I più non conoscevano nemmeno il significato di questa parola, i più eruditi sapevano che nel 1920 c’era stata la pandemia della Spagnola che aveva fatto ben cinquantacinque milioni di morti, ma gli effetti sociali del fenomeno erano sconosciuti. Ora vivendo questa pagine drammatiche di storia ci rendiamo conto di quali ricadute sociali abbia questo fenomeno. L’economia industrializzata di molti paesi è piombata in una profonda crisi con una dilagante disoccupazione, gli scambi internazionali hanno subito una forte frenata e la ripresa sarà quantomai lenta. In questo contesto sono apparse le gravi contraddizioni di simile situazione, infatti c’è chi pensa all’economia e chi invece alla salute e alla vita, così assistiamo ad un dibattito paradossale nel quale i politici dicono spesso tutto ed il contrario di tutto per conquistare il consenso di qualcuno. In questo contesto la democrazia italiana ha mostrato tutta la sua fragilità e la classe politica la sua assenza di una seria e solida formazione culturale. L’uscita dalla Spagnola, la fine della prima Grande Guerra e il biennio rosso (1918-1920 ), ci regalarono il Fascismo nel 1922, che ci regalerà invece la pandemia del Covid 19?

Speriamo la lezione della storia abbia insegnato qualcosa, e la democrazia riconquistata sia difesa con coraggio e tenacia. La ragione deve prevalere non senza la speranza di giorni migliori che saranno davvero difficili da riconquistare. Il futuro è delle giovani generazioni che speriamo facciano tesoro del nostro triste passato. Tanti auguri ai nostri figli!

 

Fabrizio Ferrari

Professore di Sociologia Università di Padova

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply