martedì, 25 Giugno, 2019

25 aprile. Nencini: “Salvini lo ridicolizza, va sputtanato”

1

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini il 25 sarà in Sicilia e a margine della festa della polizia a Roma sottolinea: “La lotta a camorra, ‘ndrangheta e mafia è la nostra ragione di vita. Il 25 aprile non sarò a sfilare qua o là, fazzoletti rossi, fazzoletti verdi, neri, gialli e bianchi. Vado a Corleone a sostenere le forze dell’ordine nel cuore della Sicilia”.
Il ministro lo dice in risposta a Carla Nespolo, presidente nazionale dell’Anpi, che ha parlato di visita propadandistica. “E’ istituzionalmente doveroso che Salvini esca dalla sua brutale propaganda – ha commentato – contro una festa nazionale che ricorda tante donne e uomini sacrificatisi per ridare all’Italia la libertà sottratta dalla violenza e dai crimini del fascismo e del nazismo”. E ancora: “La liberazione dalla mafia è una battaglia quotidiana, come ci testimonia continuamente Don Luigi Ciotti, condotta con passione e impegno da magistrati, forze dell’ordine, giornalisti e sacerdoti, non uno strumento retorico da usare per non onorare con il dovuto rispetto l’antifascismo e la lotta partigiana”.

“Salvini – scrive in un post su facebook il senatore del Psi Riccardo Nencini – non celebra il 25 aprile, ‘il derby fascisti-comunisti non mi interessa’ ha dichiarato. Bugia colossale. Gli interessa, eccome. Siccome il ministro attinge voti dal serbatoio nero meglio cancellare dalla memoria degli italiani il ventennio e la sconfitta del nazifascismo. Il 25 aprile è una festa laica. La festa della libertà. Un ministro dell’Interno che la ridicolizza va sputtanato. E se celebrassimo il 25 aprile sotto le finestre del suo ministero?” conclude Nencini. Infatti i socialisti celebreranno la Festa della Liberazione il giorno prima: MERCOLEDI’ 24 APRILE, alle 11.30, sotto le finestre del Ministero dell’Interno, per ricordare a Salvini che la resistenza è un valore e il fascismo è e resterà per sempre un crimine. Nencini il segretario del Psi Enzo Maraio invitano quindi “i sindaci e gli amministratori socialisti a presentarsi con la fascia tricolore. Festeggia la Libertà!”

Condividi.

Riguardo l'Autore

1 commento

  1. Andrea Malavolti on

    L’iniziativa del ministro Salvini di non partecipare alle celebrazioni del 25 Aprile è attaccata dal parlamentare Emanuele Fiano, che ne scrive sull’organo di informazione del PD Democratica: “Nessuna mente mediamente cosciente della nostra storia – la sua riflessione – nessun osservatore in buona fede, nessuna persona che non abbia una poltrona incollata al proprio cinismo, potrebbe pensare che la battaglia per la liberazione dai fascisti e dai nazisti sia stato un derby. A meno che tu non sia Salvini, a meno che tu non sia un leader della destra populista, a meno che tu non abbia bisogno di dividere il popolo, per fomentarne la rabbia, per esaltarne i problemi materiali, per distrarli dai tuoi fallimenti”. (Fonte Pagine Ebraiche)

Leave A Reply