sabato, 25 Gennaio, 2020

400mila euro per ricordare il Pci. Nencini: “Una deriva preoccupante”

0

Il 1921 è una data storia. Se vogliamo tragica per il Psi e da ricordare per i comunisti. Era il 21 gennaio quando dalla scissione di quell’anno avvenuta al Congresso di Livorno nacque il Pci. Sono passati quasi 100 anni. Ora si scopre che nelle pieghe della manovra di bilancio si nasconde un finanziamento di ben 400mila euro per ricordare quella data con un emendamento che porta la firma dei parlamentari del Pd Daniele Manca, Francesco Verducci e Vasco Errani. Una mossa che ha scaturito non poche polemiche. Nel dettaglio l’emendamento prevede uno stanziamento per l’organizzazione e “lo svolgimento di iniziative” previste per il centesimo anniversario del Pci, fondato a Livorno il 21 gennaio del 1921. Nulla male nel finanziare la memoria. Ma la memoria non deve essere a senso unico.

“Dentro la Legge di Bilancio – ha commentato il presidente del Psi Riccardo Nencini su Facebook – c’è una ‘bella’ proposta. Un contributo di 400mila euro per ricordare il PCI. Nulla in contrario che i partiti della prima repubblica vengano celebrati, ma farlo solo per il PCI è una deriva preoccupante. Ecco cosa penso“.

 

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply