martedì, 7 Luglio, 2020

A BASSA QUOTA

0

Si continua a parlare di Alitalia, ma stavolta si ricomincia da zero, così come annunziato dalla Ministra dei Traspori, De Micheli, in audizione alla Camera dei Deputati, dove ha annunciato la Newco. La costituzione della Newco è rimandata di almeno tre-quattro settimane. Il Mef sta vagliando le offerte dei candidati-advisor per la procedura di costituzione della Newco. In base al decreto Rilancio, che ha stanziato 3 miliardi di dote. Ma sulle nomine non c’è accordo. Ogni ministero-partito ha il proprio candidato: il Pd Fabio Lazzerini di Alitalia, il M5S Joerg Eberhart di Air Dolomiti, i renziani Roberta Neri. C’è poi la lista di candidati visionati da Key2people per il Mef.
La ministra dei Trasporti ha poi annunciato: “Sarà necessario il riposizionamento anche alla luce di quello che è successo: il percorso potrà determinare le premesse per eventuali nuove sinergie industriali”. Una delle certezze è che Fiumicino sarà l’hub della newco anche in ambito alimentazione. Ci sarà un ritorno al trasporto merci, “rientrando in un mercato che era stato abbandonato. I tre miliardi per il rilancio sono anche un investimento per il Paese l’Italia è il secondo mercato aereo europeo”. Inoltre De Micheli ha ricordato il “ruolo geopolitico della compagnia aerea durante il Covid: in quel momento in cui accadeva di tutto, avere avuto alcune disponibilità di Alitalia ha determinato oggettivamente la possibilità di raggiungere molti obiettivi in termini di merci e di rimpatrio dei connazionali”.
Intanto già ieri il Capo del Mit, Paola De Micheli, ha consegnato al premier, Giuseppe Conte, le sue linee guida, nel quale sono fissati tre punti: sviluppo della flotta e della rete, con incremento della connettività di Fiumicino e crescita dell’offerta a Linate per business e medio raggio; ampliamento dell’offerta e prodotto ‘premium’, senza sovrapposizione alle low cost, incremento della tariffa media; ammodernamento flotta, rafforzamento del lungo raggio. Possibili partnership commerciali per integrare l’alta velocità ferroviaria con i voli nel breve raggio.
Nel frattempo continuano le proteste dei cittadini per voli cancellati e non rimborsati. L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile “sta avviando istruttorie per sanzioni a compagnie aeree per mancato rispetto del Regolamento comunitario di tutela dei passeggeri”, fa sapere in un nota, ricordando che dal 3 giugno, per i voli cancellati le compagnie devono assicurare il rimborso, tra questi proprio la compagnia di bandiera Alitalia che ha continuato a vendere biglietti anche da aeroporti chiusi a causa della pandemia, come Linate.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply