venerdì, 20 Settembre, 2019

Adozioni per i single, la sentenza della Consulta

0

Una sentenza rivoluzionaria per l’Italia, arriva la possibilità di adottare i bambini anche per i single. Con l’ordinanza 17100 dello scorso 16 giugno, la Cassazione dà il via libera all’adozione anche alle persone sole, alle coppie di fatto e a chi è avanti con gli anni. L’importante, come sempre, è il minore a cui si dovrà garantire il pieno benessere.
La Cassazione lo scorso 26 giugno ha rigettato il ricorso dei genitori naturali di un bambino di 7 anni che avevano abbandonato il figlio poco dopo la nascita. Ne avevano così perso la responsabilità genitoriale. Il bimbo era affetto da tetraparesi spastica. Una signora, single di 62 anni instaura un bel rapporto con il minore. Così le viene affidato. I genitori naturali però ci ripensano e chiedono la revoca dell’assegnazione del minore alla 62enne. Nella sentenza i giudici scrivono che lasciare il bambino sotto la sua potestà significherebbe “salvaguardare la continuità affettiva ed educativa della relazione tra adottante e adottato (e non certo tra quest’ultimo ed i genitori naturali) come elemento caratterizzante del concreto interesse del minore a vedere riconosciuti i legami sviluppatisi con altri soggetti che se ne prendono cura”.
Una sentenza rivoluzionaria se si calcola poi che la donna ha superato i 45 anni, limite imposto per legge anche se in ogni caso le coppie, formate da una madre e un padre, avranno sempre la meglio in graduatoria. Al centro vi deve essere sempre l’interesse preminente del minore. Aspetto che nella scelta dei genitori adottivi resta il metro valutativo fondante per le autorità.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply