martedì, 23 Aprile, 2019

Al via Romics XXV, Batman festeggia 80 anni di carriera

0

Il grande fumetto internazionale, con autori, personaggi, animatori, ritorna alla Fiera di Roma con la XXV edizione di Romics, che inaugura oggi 4 aprile per chiudere i battenti domenica 7. Per questo appuntamento primaverile gli organizzatori hanno predisposto un calendario così ricco di eventi e appuntamenti, tutti importanti e di grande richiamo, in primis gli 80 anni di Batman, che dobbiamo necessariamente sceglierne solo alcuni.

Come al solito, Roomics propone fumetti, animazione, games, cinema, intrattenimento, incontri, convegni, workshop, tavole rotonde per incontrare i grandi protagonisti del fumetto italiano ed internazionale, mostre, tutte le novità editoriali, e tanto altro ancora. E con questa edizione punta anche a superare il record di 400mila visitatori annui.

Fondamentale citare la prima tappa mondiale delle celebrazioni ufficiali dell’80esimo anniversario della nascita di Batman, protagonista anche del manifesto di Romics, una straordinaria mostra di originali di Giorgio Cavazzano, e la consegna dei Romics D’Oro, con incontri e allestimenti dedicati, a grandi star internazionali: Reki Kawahara, Ryan Ottley, Alessandro Bilotta, George Hull e Willem Dafoe.

Le celebrazioni mondiali dell’80esimo anniversario di Batman iniziano, appunto, a Roma. Warner Bros., DC Comics, RW Edizioni e Romics presentano nel Movie Village, il padiglione dedicato al cinema, una mostra di tavole originali realizzate da artisti internazionali e italiani, statue ufficiali, omaggi d’autore, istallazioni e contenuti multimediali dedicati all’Uomo pipistrello, ideato da Bob Kane e Bill Finger e apparso per la prima volta il 30 marzo 1939 sul numero 27 della rivista “Detective Comics”. L’appuntamento è inserito nelle celebrazioni della DC Comics partite da Austin (Texas, Usa) il 15 marzo scorso al grido «Long Live Batman».

Uno degli autori Disney più famosi al mondo è il protagonista di un incontro e di una mostra di originali intitolata “Giorgio Cavazzano, tra fantascienza e fantasy”. In questa mostra, la prima in assoluto dell’artista veneziano dedicata all’argomento, si affiancano celebri classici e opere introvabili. Da “Dragon Lords”, fantasy scritto da Byron Erickson, uno dei capolavori disneyani del genere, a Zio Paperone e le avventure di Paperinik. Tra gli introvabili si va dalle tavole di “Devoluzione”, uscite su Alter Alter nel 1978 e mai più ristampate, alla “Maledetta Galassia!”, fino al regno della fantasia del bimbo avventuriero Timothée Titan.

I Romics d’Oro sono stati assegnati a Reki Kawahara, Ryan Ottley, Alessandro Bilotta, George Hull e Willem Dafoe. Grandi maestri di fumetto, illustrazione, cinema e animazione internazionale che racconteranno la loro irripetibile carriera artistica.

Sarà davvero possibile restare bloccati all’interno di un videogioco o accedere in internet con una connessione celebrale? Di questi e altri argomenti a cavallo tra scienza e fantascienza, parleranno Reki Kawahara, scrittore giapponese di light novel e manga, noto al grande pubblico per “Accel World” e “Sword Art Online”, e ABEC, special guest di questa edizione, celebre illustratore della serie “Dengeki Bunko Sword Art Online”. Per l’occasione è stata allestita la mostra “Anche se questo è un game, non è affatto un gioco”, con le illustrazioni di ABEC create per il light novel di Reki Kawahara.

George Hull è uno dei più importanti concept designer viventi ed è conteso dalle major cinematografiche per la sua abilità nell’inventare universi immaginari, robot, astronavi e paesaggi del futuro. Hull ha lavorato per “The Matrix: Reloaded”, “Cloud Atlas”, “Blade Runner 2049”, “Star Wars Episode VIII – Gli ultimi Jedi”, “Guardiani della Galassia Vol. 2”, “Transformers 3” e per “Godzilla: King of Monsters”, in uscita a giorni. Le sue capacità artistiche vengono celebrate dalla mostra “Macchine volanti e universi immaginari”, con concept art e visual presentati per la prima volta in Europa.

Ryan Ottley è uno dei disegnatori più importanti del fumetto statunitense contemporaneo, conosciuto soprattutto per il suo lavoro su “Invincible”, la serie di supereroi creata da Robert Kirkman e Cory Walker, e, di recente, per quello su “The Amazing Spider-Man”.

Sceneggiatore, soggettista e story editor, Alessandro Bilotta ha scelto Romics per salutare l’ultima puntata delle avventure del suo Mercurio Loi, che si sono concluse il mese scorso dopo due anni di vita editoriale.

Con più di 100 film all’attivo, tre candidature agli Oscar e un Orso d’Oro alla carriera all’ultimo festival di Berlino, Willem Dafoe è una delle star più eclettiche del cinema mondiale e un artista molto vicino anche al mondo di Romics. Nei suoi credits figurano, infatti, blockbuster supereroistici tipo “Spider-man” e “Aquaman”; film di genere quali “Assassinio sull’Orient Express”, “John Wick” e “Platoon” e performance di doppiaggio per “Alla ricerca di Nemo”, “Death Note” e “I Simpsons”.

Passato e futuro tra fantasia e realtà sono i temi scelti dalla due scuole romane di fumetti. “Roma Distopica” è intitolata la mostra degli allievi del corso di fumetto triennale della Scuola Romana dei Fumetti, ideata e curata da Massimo Rotundo (Romics d’Oro 2018), in collaborazione con i docenti Mauro De Luca e Carlo Labieni, che darà vita a un unico grande dipinto di oltre 10 metri, raffigurante l’immagine di una possibile Roma di un impossibile futuro.

La Scuola Internazionale di Comics con “Guarda che Luna” ci farà rivivere i momenti magici del primo sbarco sul nostro satellite, avvenuto proprio 50 anni fa. Si tratta di una live performance di disegno realizzata con la collaborazione degli insegnati professionisti illustratori, e con il gruppo del corso di Music Composition a fare da contorno all’esibizione.

Il Movie Village di Romics si conferma uno spazio interattivo di approfondimento sulle uscite più attese della primavera e dell’estate, con anteprime e incontri speciali su film e serie ispirate a fumetti, romanzi, giochi e videogame, accompagnati dalle installazioni delle principali fandom italiane.

Oltre all’incontro con Willem Dafoe, due eventi speciali riguarderanno il tema del doppiaggio e del lavoro dell’attore con la voce. In collaborazione con la Warner Bros., e in occasione dell’uscita dell’ottava e ultima stagione di Games of Thrones (Trono di Spade), è stato allestito un panel celebrativo con le voci italiane storiche della serie e la proiezione dell’episodio preferito votato sul web.

Sempre in collaborazione con la Warner Bros., saranno presenti installazioni dedicate a “Shazam!”, film già nelle sale con protagonista Zachary Levi, e all’atteso “Pokémon. Detective Pikachu”, primo film live-action coi personaggi del videogioco.

In occasione dell’uscita in anteprima mondiale di “Hellboy”, l’eroe della saga di fumetti cult creata da Mike Mignola sarà protagonista del panel che lo reinterpreterà con accessori di moda, statue 3D e un art book, presentati in esclusiva per Romics.

Universal Pictures racconterà i dietro le quinte di “Spider-man: Un nuovo universo”, “Bumblebee” e “Macchine mortali”, con incontri dedicati all’indimenticabile eroe dei fumetti.

Tra le anteprime, i primi due episodi di “Miracle Workers” la serie con Steve Buscemi nei panni di Dio e Daniel Radcliffe in quelli di un angelo, e “5 cm al secondo”, il capolavoro che ha consacrato presso il grande pubblico il regista e animatore giapponese Makoto Shinkai.

Antonio Salvatore Sassu

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply