venerdì, 18 Gennaio, 2019

Alessio Caperna
Appello all’unità per Giachetti

0

Immaginiamo un fatto. Potrebbe apparire un ragionamento da fanta-politica, ma ahimè i segni che vengono delineandosi sono abbastanza chiari, intelligibili.
Ipotizziamo le dimissioni di Renzi, si andrebbe quindi ad elezioni anticipate: Vincerebbero i populisti, le forze reazionarie, anti-europee, altersviluppiste, neo-teo pauperiste francescane (vi è tale possibilità) e sarebbe il Caos.
Le Forze reazionarie, identitarie, internettocratiche non vogliono lo Stadio Nuovo a Roma, non vogliono le Olimpiadi, ovvero non vogliono il lavoro e il progresso e lo sviluppo e la bellezza della civiltà Occidentale.
Si percepisce che è in agguato un anti-modernismo peggiore di quello della Chiesa del Concilio Vaticano I, si odono le voci lontanissime di Giordano Bruno, di Galileo Galilei, dei dolciniani, dei Catari e degli albigesi e dei templari e dei roghi delle streghe che ci avvisano di un presentimento che pure loro avevano pre-sentito prima di venire inquisiti e arsi (Galileo per fortuna non fu bruciato).
Uno Stato legalista legalitario invocato dai forcaioli porta allo spegnimento della ragione e del Diritto, porta alla estinzione della Scienza, porta a non vaccinare più i bambini, a non praticare più l’aborto, porta alla morte della Scienza, alla morte della libertà di ricerca scientifica, alla morte del pluralismo e della democrazia liberale.
Possiamo tranquillamente registrare che il pensiero gramsciano, fatto proprio per quanto riguarda l’egemonia, dai nihilisti populisti, è stato reso ancor più autoritario e antidemocratico con l’inserimento della internetcrazia, una sorta di agorà telematico etero diretto, ove un grigio-grigio coacervo di pifferai magici coagulano attorno a sé il da farsi che hanno deciso aristocraticamente. Ecco il loro laboratorio di autoritarismo verticale…
Invoco la creazione di un Polo Laico: Liberal-socialista libertario, radicale, riformista, democratico-popolare.
Iniziamo con il sostenere Roberto Giachetti e tutti i candidati del centro-sinistra nei ballottaggi.
È un primo passo.

Alessio Andrej Caperna

Condividi.

Riguardo l'Autore

I commenti sono chiusi.