venerdì, 18 Ottobre, 2019

VINCE L’ASTENSIONISMO

0

I ballottaggi delle elezioni amministrative confermano l’andamento degli ultimi mesi. Centrosinistra in ripresa, centrodestra a traiano leghista e cinquestelle in affanno. Questa la sintesi schematica di un turno elettorale che ha visto una forte disaffezione verso il voto con una affluenza ridotta al 52% degli aventi diritto contro il 68,18% del primo turno. Si votava in 15 capoluoghi di provincia (Potenza, Avellino, Ferrara, Forlì, Reggio Emilia, Cremona, Ascoli Piceno, Campobasso, Biella, Verbania, Vercelli, Foggia, Livorno, Prato e Rovigo), in 109 comuni con più di 15mila abitanti e in altri 12 comuni più piccoli.

“L’esito dei ballottaggi – è il commento del segretario nazionale del Psi, Enzo Maraio – è largamente positivo per il centrosinistra che ritorna al governo di tanti comuni capoluogo e di molte città. Risultati importanti anche per noi socialisti che potenziamo la nostra pattuglia di consiglieri comunali e di sindaci. Tra tutti, importante è la conferma del Sindaco della città di Fano Massimo Seri e l’elezione di Enrico Franza a primo cittadino di Ariano Irpino. In questa tornata elettorale si conferma vincente il centrosinistra quando mette in campo candidature credibili, programmi chiari con coalizioni omogenee e stabili. Bisogna seguire questa linea per tornare ad essere competitivi anche a livello nazionale”.

Il risultato che più dà nell’occhio è quello di quello di Ferrara dove il centrodestra a guida leghista conquista la carica di sindaco per la prima volta dopo 74 anni. Ma anche per il centrosinistra l’insieme dei risultati arrivati dalle urne segnalano un costante rafforzamento rispetto alle ultime tornate elettorali. Per esempio Livorno dove dopo 5 anni di giunta pentastellata torna a vincere la sinistra.

Il successo di Ferrara ha mandato in estasi i militanti della Lega che hanno voluto festeggiare appendendo una bandiera del partito nel palazzo del comune. Peccato che con quella bandiera abbiano coperto uno striscione con cui si chiede la verità per Giulio Regeni, il giovane ricercatore rapito, torturato e morto in Egitto nel 2016. Forse presi dall’entusiasmo non si sono resi conto della gravità del gesto commesso.
Il dato complessivo, ottenuto sommando i risultati del primo turno e dei ballottaggi, vede il centrodestra con 12 sindaci. Il centrosinistra vince in 13 comuni. Il Movimento Cinquestelle resta a quota due. Nel dettaglio, il centrodestra strappa al centrosinistra i comuni di Pescara, Pavia, Ferrara, Forlì, Vercelli e Biella. Confermati i sindaci di Perugia, Urbino, Vibo Valentia, Ascoli Piceno, Foggia e Potenza. Il centrosinistra strappa al centrodestra il sindaco di Rovigo e al Movimento Cinquestelle quello di Livorno. Confermati i comuni di Firenze, Bari, Modena, Bergamo, Pesaro, Lecce, Cremona, Cesena, Prato, Reggio Emilia, Verbania. Il Movimento 5 Stelle strappa al centrosinistra i sindaci di Campobasso e Caltanissetta, ma perde i comuni di Livorno e Avellino. Va ricordato che nel 2019 il centrodestra ha conquistato le regioni Piemonte, Abruzzo, Basilicata e Sardegna.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply