venerdì, 30 Ottobre, 2020

Parla Andrea Silvestrini: Roma deve assolutamente ripartire

0

Giovane, dagli occhi simpatici e la voce capace di ispirare fiducia. Sono queste, in breve, le caratteristiche che dipingono Andrea Silvestrini, segretario del PSI di Roma Capitale.

Raccolte le redini della federazione, la sua segreteria ha segnato un cambio di passo, riportando i militanti nelle strade ed i dirigenti ai tavoli della politica.

A pochi mesi dalla tornata elettorale romana, ed a pochi giorni dalla Festa Nazionale dei socialisti, abbiamo raccolto gli umori e le impressioni che rappresentano la prospettiva della Federazione PSI più importante del Paese.

 

Segretario quali le sue impressioni sulla festa nazionale dei socialisti italiani? 

La festa è stata importante per rilanciare l’azione del partito durante questa combattuta campagna elettorale che vede la Campania prossima alle urne.

E’ stata importante perché continua nel solco della tradizione socialista, che a settembre riunisce tutti i tesserati PSI d’Italia. Ad accrescere il valore delle giornate trascorse, inoltre, la partecipata presenza di tutti i maggiori leader del centro sinistra. Per Italia Viva Rosato e Migliore, per Articolo Uno Scotto e Fratoianni per Sinistra italiana. Ha partecipato anche buona parte del PD, tra gli ospiti che hanno contribuito ad arricchire il dibattito interno alla convention ricordo Lia Quartapelle, Chiara Gribaudo, Brando Benifei e Nicola Obbadi (capo segreteria del PD).

Il Segretario Nazionale Enzo Maraio, invece, ha dibattuto il faccia a faccia con Goffredo Bettini, che dopo 25 anni si è speso con parole importanti.

 

Quali i temi che, a suo avviso, hanno contribuito a rendere il dibattito proficuo per il partito e, in generale, per la comunità  socialista? 

Si è parlato molto e di tanti temi.

Il segretario Maraio, sostenuto da molti altri compagni, ha indicato i quattro elementi chiave del dibattito interno ed esterno del PSI, tutti egualmente fondamentali, importanti e “portanti” per il rilancio dell’azione politica del Partito. Lavoro, sanità pubblica, scuola pubblica ed innovazione tecnologica. Quest’ultima, in particolare, oggi più che mai si dimostra attuale e necessaria.

Questo Paese, il nostro Paese, ha bisogno di innovazione, modernizzazione e digitalizzazione. Questi i quattro temi fondamentali su cui ruoterà l’attività politica del partito nei prossimi mesi.

 

Il 2021 già parla di futuro, in particolare della competizione elettorale di Roma. Se dovessimo andare al voto domani quali pensa sarebbero i temi fondamentali da proporre all’elettorato romano e perché. 

La campagna elettorale di Roma, essendo capitale d’Italia, è una campagna nazionale. 

Salvini, Meloni e Zingaretti faranno campagna elettorale su temi nazionali. Per questo motivo, ribadisco, il nostro dovere è parlare di lavoro, sanità pubblica, scuola pubblica ed innovazione tecnologica. 

Poi ci sono dei temi specifici che riguardano solamente Roma. A mio avviso ricorrono, tra i più importanti, il piano per una nuova mobilità, sostenibile, multimodale ed organizzata, nonché il rilancio del turismo culturale.

La città eterna deve essere rimessa al centro del mondo, dell’Europa e dell’Italia, questo è il posto che merita.

Roma deve assolutamente ripartire, ma a fare la differenza saranno i cittadini e gli amministratori dei municipi.

 

Da soli o coalizioni, chi i possibili alleati dei socialisti 

Questa domanda è prematura, tutte le porte sono aperte. 

Ad oggi lavoriamo per portare e mettere sul tavolo temi e proposte, vedremo chi li condividerà. Possiamo appoggiare un candidato del centro sinistra, solo se lo stesso è di alto profilo politico, altrimenti siamo pronti, con il nostro simbolo, a presentare il nostro programma, le nostre liste ed i nostri candidati.

 

Antonio Catania Musmeci

Condividi.

Leave A Reply