giovedì, 19 Settembre, 2019

Ape sociale, proroga periodo di sperimentazione. Inps, novità per Isee e lavoratori agricoli

0

Ape sociale
PROROGA PERIODO DI SPERIMENTAZIONE

Con la circolare Inps del 1° febbraio 2019, n. 15, l’Istituto fornisce istruzioni per l’applicazione della proroga dell’Ape Sociale prevista dal decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4.
La circolare fornisce, inoltre, chiarimenti riguardanti la decorrenza delle indennità per i soggetti che, essendo in possesso della relativa certificazione, non hanno presentato domanda del beneficio entro il 31 dicembre 2018.
Al riguardo l’Ente di previdenza precisa che il modello di domanda per la verifica delle condizioni e per l’accesso al beneficio sono gli stessi già in uso nel corso del 2018 e sono reperibili sul sito come indicato nel messaggio Inps del 29 gennaio 2019, n. 402.
Le domande di verifica delle condizioni andranno presentate entro il 31 marzo 2019 e, successivamente, entro il 15 luglio 2019 e il 30 novembre 2019. L’esito delle stesse sarà fornito rispettivamente entro il 30 giugno 2019, il 15 ottobre 2019 e il 31 dicembre 2019.
Tra i diversi scaglioni di richiesta l’Istituto effettuerà il monitoraggio della disponibilità delle risorse finanziarie. Le domande di verifica saranno valutate in base ai criteri di priorità già illustrati nella circolare Inps del 16 giugno 2017, n. 100
Si ricorda che l’Ape Sociale, in presenza di tutti i requisiti, decorre dal primo giorno del mese successivo alla domanda di trattamento, previa cessazione dell’attività di lavoro dipendente, autonomo e parasubordinato, svolta in Italia o all’estero.

In previsione di quota 100
INPS: AL VIA LE OPERAZIONI DI GESTIONE DELLE POSIZIONI ASSICURATIVE

Con la conversione del decreto-legge attualmente all’esame dell’Aula di Palazzo madama, sarà introdotta in via definitiva nell’ordinamento la nuova categoria di pensione anticipata definita “pensione quota 100”, cui si ha diritto al raggiungimento di un’età anagrafica di almeno 62 anni e di un’anzianità contributiva minima di 38 anni. Al fine di assicurare la necessaria proattività nella gestione della prestazione, con appositi messaggi interni l’Inps ha llustrato nel dettaglio le prime iniziative operative intraprese dall’Istituto.
Per assicurare la massima celerità ed efficienza nell’erogazione della nuova prestazione, è stata avviata un’operazione specifica di verifica sulle posizioni dei soggetti potenzialmente interessati dalla misura. La stima anticipata dei carichi di lavoro potenziali, quantitativa e qualitativa, all’uopo effettuata, ha fornito elementi utili alle Strutture territoriali per la riprogrammazione delle attività e l’individuazione di nuove priorità operative. Ha anche consentito inoltre di definire le attività propedeutiche alla successiva liquidazione della prestazione, nelle more dell’approvazione dei provvedimenti normativi, dell’adozione delle relative circolari, nonché dell’implementazione delle procedure di calcolo.
Le liste dei soggetti potenzialmente interessati, anche a livello provinciale, che sono già state trasmesse alle Direzioni regionali e di coordinamento metropolitano, forniscono indicazioni per individuare priorità nella lavorazione delle pratiche giacenti e nella verifica delle posizioni assicurative, utili non solo alla liquidazione della pensione quota 100, ma anche delle altre prestazioni con requisiti ordinari.
Al fine di supportare le Strutture territoriali nelle attività di sistemazione del conto e, successivamente, di liquidazione delle prestazioni, è stato opportunamente predisposto un Piano di formazione centrale denominato “Dalla sistemazione del conto individuale alla liquidazione della prestazione” .

Fisco
DA SETTEMBRE VIA ALL’ISEE PRECOMPILATO DALL’INPS

Dal prossimo mese di settembre, l’Isee giungerà dall’Inps già compilato. Il Decretone, varato di recente dal Consiglio dei Ministri, ha riscritto la disciplina di accesso all’Isee, disponendo che il documento relativo all’indicatore economico del nucleo familiare, già completo dei dati reddituali e patrimoniali, venga consegnato ai richiedenti previa autorizzazione da parte degli stessi secondo le regole in materia di protezione dei dati personali.
Una misura, quella relativa all’Isee, che fino ad oggi era slittata per via delle osservazioni avanzate dal Garante della Privacy e relative alla tutela dei dati personali per i componenti maggiorenni della famiglia. Con l’Ok al decreto, arrivato lo scorso giovedì 17 gennaio in CdM, prende forma la revisione di accesso all’Indicatore secondo cui i componenti maggiorenni presenti in famiglia saranno tenuti ad esprimere “preventivamente il consenso al trattamento dei dati personali, reddituali e patrimoniali”.
Il via libera sui dati personali, dunque, potrà essere espresso agli uffici dell’Istituto, presso i Caf e per via telematica attraverso i siti dell’Inps e dell’Agenzia delle Entrate. La riforma dei termini di accesso all’Isee, dunque, getta le basi per l’attivazione del “Reddito di Cittadinanza”, con il precompilato che conterrà tutti i dati in possesso del Fisco e dunque anagrafiche dei contribuenti, redditi dichiarati, dati catastali su immobili e terreni di proprietà, oltre ad alcuni dati patrimoniali come quelli dei conti correnti. La stessa Agenzia delle Entrate, incrociando i dati con il registro automobilistico, fornirà anche le informazioni sui veicoli intestati al nucleo familiare che richiede l’Isee.

Lavoratori agricoli
INPS: AL VIA IL PASSAGGIO DAL SISTEMA DMAG AL SISTEMA UNIEMENS

Con il messaggio del 22 gennaio 2019, n. 278 l’Inps rende noto che la legge 30 dicembre 2018, n. 145 (legge di bilancio 2019) ha prorogato al 1° gennaio 2020 l’entrata in vigore dell’obbligo, per i datori di lavoro agricoli che occupano operai, di trasmettere mensilmente le denunce all’Istituto attraverso il sistema Uniemens.
Al riguardo l’Inps rammenta che tale significativo cambiamento era stato già in precedenza prorogato al 1° gennaio 2019 dall’articolo 1, comma 1154, legge 27 dicembre 2017, n. 205.
Pertanto dal 1° gennaio 2020 è previsto il passaggio dal sistema di invio trimestrale dei dati retributivi e contributivi degli operai agricoli, mediante Dmag, al sistema di invio mensile dei dati medesimi tramite flusso Uniemens.

Portale Inps
ONLINE LA NUOVA AREA ESPLORA IL SITO

Per migliorare l’esperienza di navigazione all’interno del Portale dell’Istituto, è da poco online la nuova area Esplora il sito, accessibile dalla sezione “Prestazioni e servizi”.
“Esplora il sito” si presenta come una guida navigabile ai contenuti, alle funzionalità e alle opportunità che offre il Portale Inps. 
Punto di forza è una modalità di interazione semplice e intuitiva, che consente agli utenti di reperire informazioni importanti in pochi passi. In questa nuova sezione è presente un menu composto attualmente da 11 voci che conducono alla scoperta delle funzionalità del sito e dei temi cardine della protezione sociale italiana. 
Cliccando sulle singole voci si espande un testo che, in modo sintetico e discorsivo, riassume l’argomento in esame e, attraverso link, indirizza a schede di prestazione, approfondimenti, notizie, orientamenti o servizi. 
La prima voce “Cosa trovo sul sito Inps” illustra quali sono i contenuti presenti sul Portale mentre, ad esempio, la voce “Pensioni” offre una panoramica puntuale delle informazioni più importanti per i pensionati e per chi si appresta ad andare in pensione.
Per ogni opportunità si forniscono di seguito, nel dettaglio, tutti gli argomenti navigabili attraverso “Esplora il sito”:
“Cosa trovo sul sito Inps”; “Pensioni”; “A quali forme di sostegno economico e benefici posso accedere”; “Cosa faccio in caso di malattia”; “Invalidità e disabilità”; “Contributi”; “Come accedo ai servizi online di Inps”; “Come faccio domanda per una prestazione”; “Dove trovo i moduli, i documenti e le certificazioni”; “Cosa faccio nell’area riservata MyInps”; “Come posso contattare Inps”;
Oltre alla pubblicazione di “Esplora il sito” sono state apportate delle modifiche nelle aree Naviga per utente e Naviga per tema, anche queste accessibili dalla sezione “Prestazioni e servizi”. Selezionando una categoria di utenza o un tema si sviluppa un menu che mostra tre prestazioni consigliate e un link per accedere a tutte le prestazioni disponibili per quello specifico utente o tema.

Carlo Pareto

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply