Non c’è crisi per le ecomafie: Legambiente, nel 2011 hanno incassato 16,6 miliardi di euro

33.817. E’ la cifra dei reati ambientali scoperti nel 2011, quasi 93 al giorno, il 9,7% in più rispetto al 2010. Aumentano i reati contro il patrimonio faunistico, gli incendi boschivi, i furti delle opere d’arte e dei beni archeologici. Triplicano gli illeciti nel settore agroalimentare. E sono già 18 le amministrazioni comunali sciolte per infiltrazioni mafiose solo nei primi mesi del 2012, per reati spesso legati al ciclo illegale del cemento. Un dato allarmante che testimonia l’enorme pervasività dei traffici gestiti da ecomafiosi e ecocriminali che nel 2011 hanno accumulato ben 16,6 miliardi di euro. E’ quanto emerge dal rapporto Ecomafia 2012, l’indagine annuale di Legambiente sull’illegalità ambientale. Le forze dell’ordine solo nel 2011 hanno effettuato 8.765 sequestri, 305 arresti (100 in piu’, rispetto all’anno precedente con un incremento del 48,8%), con 27.969 persone denunciate (7,8% in piu’ rispetto al 2010). Continua a leggere

Altro che smog, il vero inquinamento è indoor: le 6 regole per l’aria pulita

Chi l’ha detto che gli ambienti chiusi/ indoor siano più salubri di quelli esterni? Diversi studi effettuati in Europa e in paesi extra europei testimoniano, infatti, che scuole, uffici, mezzi di trasporto e palestre (dove mediamente si trascorre circa il 90% del tempo) siano ambienti che presentano in molti casi livelli di contaminazione più elevati di quelli all’esterno. Tra gli inquinanti chimici presenti nell’aria indoor, i Composti Organici Volatili (COV) rivestono una particolare rilevanza considerando la presenza di un numero elevato di possibili sorgenti e la valenza igienico-sanitaria che alcuni di questi composti presentano.

Continua a leggere

A Trevigano Romano il trofeo “Ecovela Play 2012”: un modo per legare lo sport con l’ambiente

Ecovela Play 2012, l’evento all’insegna dello sport e dell’ecosostenibilità che vedrà sfidarsi numerose barche a vela, arriva quest’anno alla sua terza edizione organizzando sette regate, ognuna delle quali dedicata ad un aspetto particolare dell’ecosostenibilità. Sarà Trevignano Romano, la località che si affaccia sul lago di Bracciano famosa per i suoi circoli velici, ad ospitare l’iniziativa sportiva. L’evento organizzato per la prima volta tre anni fa da Andrea Nesi, grande appasionato di vela e di marineria, nell’edizione di quest’anno si è consolidato grazie alla collaborazione con il Comitato Provinciale AICS di Roma ed il patrocinio del Comitato Regionale del Coni Lazio.  Continua a leggere

Taranto, il “miracolo” dei Delfini di Taras al largo dell’eco mostro Ilva

Taranto, città dei due mari e città avvelenata dallo stabilimento Ilva, “il siderurgico” come lo chiamano da quelle parti. Secondo i dati forniti dall’Inventario Nazionale delle Emissioni e loro Sorgenti, l’Ilva riverserebbe sulla città ionica il 92% delle emissioni di diossina prodotte in Italia, “regalando” alla città che Quinto Orazio Flacco raccontava essere «Quell’angolo di mondo più d’ogni altro m’allieta», il triste primato per inquinamento industriale insieme a Copşa Mică, in Romania e alla cinese Linfen. Continua a leggere

Oggi ‘Giornata mondiale dell’Ambiente’ per un pianeta che rispetti la green economy

Si festeggia oggi la Giornata mondiale dell’Ambiente: una data importante per sensibilizzare alla diffusione della Green economy in tutto il pianeta. Si tratta di un’iniziativa di vecchia data che ha debuttato nel 1972 a Stoccolma per volere delle Nazioni Unite, ed è arrivata oggi alla sua quarantesima edizione. E per conivolgere ogni abitante del pianeta a riflettere sulle tematiche ambientali nel quotidiano, lo slogan scelto quest’anno è: “Economia verde: ti include?”. Continua a leggere

Quale futuro per la nostra galassia? Tra 4 miliardi di anni la Via Lattea si scontrerà con Andromeda

Gli astrofisici confermano: la collisione tra la Via lattea e la galassia Andromeda ci sarà. Niente paura, secondo quanto prevede la Nasa, l’agenzia spaziale americana, il cataclisma avverrà tra quattro miliardi di anni, ma il nostro Sistema Solare, Terra compresa, non saranno distrutti. La prospettiva dell’impatto si colloca in un futuro talmente lontano da suscitare oggi, più che preoccupazione, un panorama da film di fantascienza. Andromeda infatti, conosciuta anche come M31, si trova a 2 milioni e mezzo di anni luce dalla nostra galassia. Tuttavia è a lei che punta, muovendosi con una velocità di circa 250mila chilometri all’ora, di due mila volte superiore a quella della Via Lattea. L’attrazione fatale ed inevitabile sarebbe causata dalle reciproche forze gravitazionali delle due galassie, e dalla materia nera invisibilie nella quale sono inserite. Continua a leggere

I dossi rallenta traffico da oggi creano elettricità

Può il traffico produrre energia elettrica? Sembrerebbe di sì, basta posizionare sulla strada degli innovativi dossi rallenta traffico. Se solitamente invitano gli automobilisti a rallentare la velocità, da oggi, grazie ad una particolare tecnologia, i dossi potrebbero produrre energia. Ad arrivare all’innovativa scoperta a impatto zero è stata la società UP, Underground Power. Un’eccezione all’interno del fenomeno di fuga di cervelli che sta interessando sempre di più l’Italia: i creatori di quest’invenzione infatti sono giovani ricercatori di casa nostra, tutti laureati al Politecnico di Milano e al Politecnico di Rovereto. Continua a leggere

La prossima rivoluzione per lo sfruttamento dell’energia solare passa per i cristalli liquidi

Le prossime innovazioni nel campo della fotografia e del fotovoltaico verranno dai cristalli liquidi. La scoperta è frutto del lavoro di ricerca del Consiglio nazionale delle ricerche (Ino-Cnr) di Napoli guidati da Pietro Ferraro, in collaborazione con l’Istituto di chimica e tecnologia dei polimeri del Cnr (Ictp-Cnr) e con il Dipartimento di scienze fisiche dell’Università Federico II di Napoli. Questi enti hanno avviato già da due anni una ricerca per manovrare i cristalli liquidi in maniera del tutto innovativa. I risultati ottenuti sono stati pubblicati e selezionati tra gli Hot Topics dalla prestigiosa rivista ‘Advanced Functional Materials’. Alcune prime conclusioni su questo argomento sono state pubblicate già da qualche tempo sulle riviste ‘Nature Nanotechnology’ e ‘Proceeding of National Academy of Science’. L’istituto del CNR ha al suo attivo anche alcuni brevetti internazionali. Continua a leggere

La battaglia di Greenpeace contro i colossi del carbone. A Brindisi l’eco-mostro italiano

Da sempre animata dalla volontà di sensibilizzare alla lotta contro i cambiamenti climatici che interessano il Pianeta, Greenpeace, l’organizzazione non governativa ambientalista e pacifista attiva dal ’71,  rivolge questa volta la sua attenzione alle centrali di carbone della società italiana Enel, che da sola produce nel nostro Paese più di 26 milioni di tonnellate di CO2. L’Avanti!online fatto il punto con Alessandro Giannì, direttore della Campagna di Greenpeace contro il carbone killer, finalizzata alla decarbonizzazione delle centrali in favore di una green economy e di uno sviluppo sostenibile. Continua a leggere

Energia, il decreto che mette a rischio investimenti e ambiente

Il decreto sugli incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili genererà molte incertezze in uno dei settori che, in questo periodo caratterizzato da una profonda crisi, rappresenta uno dei comparti più dinamici della nostra economia. Il 24 aprile, la Regione Umbria ha partecipato a Roma ad una prima riunione tecnica e, con altre Regioni, ha rappresentato al meglio le istanze degli enti pubblici e dei privati che rischiano di veder vanificare i loro investimenti. Continua a leggere