giovedì, 22 Ottobre, 2020

Banche, dare e avere

0

Uno dei cambiamenti dell’età moderna riguarda il sistema bancario.
Nei libri universitari si individua e descrive la banca come un istituto di credito ma la realtà post Basilea, presenta una banca come un’azienda e che deve guadagnare limitando gli investimenti.

Questa nuova dinamica finanziaria ha tolto le banche dai contatti degli amici nella rubrica, spostandoli tra i contatti di chi, senza problemi, può inginocchiare la tua attività pure per il più piccolo dei debiti. Il finanziamento non segue più quindi valutazioni di credibilità del progetto azienda ma segue un semplice calcolo matematico per avere un guadagno garantito delle banche. In base a questa politica bancaria, molte storie di aziende importanti come Ferrari, non avrebbero avuto seguito.

Seguendo gli sviluppi storici attuali, tutte le aziende italiane saranno obbligate a chiedere finanziamento alle aziende bancarie per cercare di poter ripartire dopo il tragico periodo di pandemia.
Considerando che le banche, per la politica governativa di ripresa post corona virus, avranno soldi dalla BCE a -0,75% e li rivenderanno ad un tasso limitato per legge di 1,8%, queste aziende di finanziamento avranno un guadagno certo dal loro lavoro.

 

Andando però a considerare lo stile con cui il sistema bancario pretende sempre di riavere quanto concesso, e volendo pensare che le aziende in democrazia siano tutte uguali, le aziende banca hanno ricevuto dalla repubblica italiana e quindi dalle tasche dei contribuenti, ben 51 miliardi di euro lo scorso anno. Assurdo è continuare a dire che le banche vanno salvate per salvare i risparmiatori. L’Italia risulta il paese con i risparmi più alti d’Europa e oltre. I soldi cari italiani, vanno spesi e fatti circolare, non accumulati per poi riempirci le bare. Se depositi i tuoi risparmi nella banca sbagliata, li perdi.

Oggi però le stesse aziende che hanno pagato contributi poi devoluti alle banche si chiedono , ‘’io fallisco o faticherò perché la mia azienda ridia i soldi che tu mi dai’’ perché le aziende banca non dovrebbero ridarli allo stato e quindi ai contribuenti? Perché non dovrebbero calibrare gli interessi di finanziamento così da poter ridare ai contribuenti stessi quello che loro gli hanno dato?

 

Pierfederico Tedeschini

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply