BLOG
Alessandra Di Lio

Un ricordo di Angelo Tinari, l’emigrante che lottò per i lavoratori italiani in Svizzera

Per noi immigrati d’élite, partiti alla volta del suolo elvetico per un dottorato in una delle scuole politecniche piu rinomate in Europa o per un posto in una delle banche del calibro di Ubs, Angelo Tinari era lo specchio della storia di tanti italiani arrivati a in Svizzera in un’epoca per noi cosi lontana, spinti dalla ricerca di un futuro migliore per sè e le proprie famiglie. Il suo esodo dalla Calabria degli anni sessanta lo vide approdare prima in Germania e successivamente in Svizzera, e piu in particolare a Zurigo, che scelse come sua casa e sede di tutte quelle battaglie intraprese con il nobile scopo di migliorare le condizioni di vita degli italiani migranti. Impegnato fin da giovanissimo nella politica e nel sociale, negli anni Settanta fu in prima linea nella lotta contro le iniziative xenofobe di Schwarzenbach, volte a limitare il numero di lavoratori stranieri in Svizzera (il 54% dei quali erano italiani). Continua a leggere