BLOG
Lorenzo Matteoli

Piketty: ecco perché i poveri
devono occuparsi del denaro

Piketty-Il-CapitaleUscirà fra poco tradotto in italiano da Sergio Arecco per l’editore Bompiani il poderoso trattato di Thomas Piketty “Il capitale nel XXI secolo” 928 pagine che imporrano una radicale revisione di molte verità finora ritenute fondamentale riferimento dagli economisti “grandi firme” mondiali. L’opera alla quale hanno contribuito decine di ricercatori Europei, Americani e di molti altri paesi del mondo sotto la guida dell’Autore tratta della “distribuzione delle ricchezze” e del suo sviluppo su un ampio arco di storia. “L’accumulazione del capitale privato comporta necessariamente e inevitabilmente una concentrazione sempre maggiore della ricchezza e del potere in poche mani come sostenne Karl Marx nel diciannovesimo secolo, oppure le dinamiche equilibratrici della crescita, della concorrenza e del progresso tecnico determinano, nelle fasi avanzate del processo economico una riduzione spontanea delle disuguaglianze e un’armonica stabilizzazione dei beni come pensò Kuznets nel ventesimo secolo? Che cosa sappiamo realmente del processo di distribuzione dei redditi e dei patrimoni dal diciottesimo secolo in poi e quali lezioni possiamo trarne per il ventunesimo secolo?” Continua a leggere