BLOG
Notizie in breve

Sicilia. Nencini, sinistra riformista, civici e cattolici democratici lavorino assieme per risanamento

“La Sicilia non è una regione qualsiasi. E’ una terra con grandi potenzialità ma ha un bilancio con troppi buchi ed è’ al centro di una dura sfida quotidiana, quella dei migranti”. Così Riccardo Nencini, segretario del PSI, che prosegue: “Il risanamento dell’erario pubblico è la tappa necessaria per investire meglio e di più. Le famiglie politiche europee, dalla sinistra riformista ai cattolici democratici, i governi delle grandi città e le esperienze civiche nate nei comuni lavorino assieme”- ha esortato Nencini. “Alla Sicilia non serve improvvisazione. Servono amministratori responsabili che hanno maturato esperienze nelle imprese, nel governo della cosa pubblica, nella società di mezzo. Da questo campo largo e da un programma condiviso dovrà scaturire il candidato alla presidenza”- ha concluso.

Migranti. Cinti Luciani: Problema va affrontato non con spot

“Codigoro agli onori della cronaca nazionale per le dichiarazioni e controdichiarazioni della sindaca Zanardi che lasciano sbalorditi”. E’ il commento di Rita Cinti Luciani, della segreteria nazionale del Psi ed ex sindaco socialista di Codigoro, alle affermazioni dell’attuale Sindaco della cittadina in provincia di Ferrara, Alice Zanardi, che ha sostenuto di voler alzare le tasse a chi ospita i profughi. “Certo il problema dei migranti come ben sappiamo c’è così come c’è il problema di un controllo attento di chi ha veramente lo status di profugo. Ma questi sono temi che vanno affrontati a livello politico e istituzionale in modo diverso, non certo attraverso affermazioni superficiali – senza averne neppure verificato la fattibilità – che assomigliano più a spot pubblicitari per ricavare consenso”- ha aggiunto Cinti Luciani. “Certo i sindaci non vanno lasciati soli ad affrontare il problema ma i sindaci rappresentano lo Stato e quindi devono avere la capacità di governare i problemi con decisione ma anche con la giusta intelligenza altrimenti si prende solo in giro la gente”- ha concluso.

Psi Mantova. Cambio sede e programmazione eventi

Care compagne, cari compagni,

vi informo che la prossima settimana dovremo lasciare gli uffici di via S. Anna che da una decina d’anni la famiglia Scevarolli aveva, con generosità e gratuitamente, messo a disposizione del nostro partito. In Segreteria abbiamo cominciato a ragionare sul da farsi con la consapevolezza che non esistono soluzioni a costo zero. Anche per questa ragione è indispensabile aumentare i nostri ricavi sia con cene, lotterie, sponsorizzazioni, sia attraverso il tesseramento che è il modo più efficace per reperire fondi. L’auspicio è di concludere i rinnovi entro settembre incrementando, nel contempo, il numero degli iscritti. Ricordo che a ogni componente del Direttivo è stato assegnato l’ambizioso compito di fare almeno due nuovi tesserati!

Il problema della sede è un incidente nel complesso percorso che ci condurrà alle elezioni Regionali e Politiche. In questa ottica, accogliendo varie proposte in tal senso, abbiamo deciso dopo il prologo del 3 luglio 2017 con il “Memorial Usvardi, (di seguito il link per visionare il relativo servizio di Tele Mantova di articolare la Festa dell’Avanti in più manifestazioni organizzate in date e luoghi diversi. Del resto quello della Festa dell’Avanti è un brand di successo, da promuovere e valorizzare maggiormente, che rimanda a momenti splendidi delle storia del PSI.

Il mese di settembre, pertanto, sarà densissimo di eventi, come segue:
cominceremo il 2 settembre 2017 con un dibattito sulla “Sinistra che vorrei”, cui parteciperà Riccardo Nencini;
a Bozzolo il 9 settembre 2017 ci soffermeremo sul rapporto fra don Primo Mazzolari e i socialisti
e successivamente il 10 settembre 2017, sulla figura di Eugenio Colorni e sul tema attualissimo degli “Stati Uniti d’Europa” (nell’occasione Carlo Tognoli ricorderà Gino Scevarolli);
proseguiremo il 15 settembre 2017 con cena di autofinanziamento a Bondanello di Moglia;
il 16 settembre 2017 discuteremo di scuola a San Benedetto Po;
concluderemo il 30 settembre 2018 a Mantova con un incontro in cui saranno ripercorsi 125 anni di vita del PSI.

Sono poi allo studio iniziative dedicate allo sport, alla vicenda di Giorgiana Masi, alla giustizia, alla situazione della città: nei prossimi giorni vi invieremo il programma dettagliato di tutte le manifestazioni.

In allegato la rassegna stampa recente da cui si evince, sia l’attivismo, da imitare, dei compagni di Asola, sia l’ottimo lavoro della commissione Cultura e Istruzione.

Buone vacanze ci vediamo il 2 settembre…

Fraternamente

Michele Chiodarelli

Dl Sud. Pisani, bene ‘Resto al Sud’ per giovani che vogliono fare impresa

“L’approvazione del decreto Mezzogiorno è un traguardo importantissimo, seppure da molti sottovalutato e svalutato”. E’ il commento della portavoce del Psi, Maria Cristina Pisani, all’approvazione del Dl Sud. ” Tra le agevolazioni, il provvedimento introduce anche la misura ‘Resto al Sud’, rivolta ai giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni per incentivarli a costituire nuove imprese”- ha proseguito Pisani. “È fondamentale ridare speranza ai giovani mediante misure che supportino concretamente e che diventino motivo di incoraggiamento per la realizzazione delle idee e dei progetti- ha concluso – per lo sfruttamento delle potenzialità inespresse a supporto dell’economia del Paese”

Strage Bologna. Cinquepalmi, stesso dolore di 37 anni fa. Non cessi la ricerca della verità

“A 37 anni dalla strage di Bologna i socialisti vivono ancora lo stesso dolore muto e determinato che si leggeva sul volto di Sandro Pertini il giorno dei funerali”. Lo ha detto Lorenzo Cinquepalmi, della direzione nazionale del Psi, nel ricordo della strage avvenuta il 2 agosto del 1980 alla stazione di Bologna. “E come Pertini crediamo che la libertà e la democrazia non siano mai conquistate per sempre, che vadano difese giorno per giorno”- ha aggiunto il dirigente del Psi. “Non basta la solidarietà. Bisogna che la ricerca della verità non cessi di fronte a una scatola nera ancora troppo profonda”- ha proseguito. “Sosterremo i familiari delle vittime fin quando non avranno ottenuto giustizia”- ha concluso.

Cesena. Psi, soddisfazione per abbattimento Iva utenze

“I Partito Socialista di Cesena – si legge in un comunicato delle segretaria A.M. Bisulli – esprime soddisfazione per l’approvazione nel Consiglio Comunale del 27u.s.dell’ ordine del giorno sull’abbattimento dell’Iva dal 10% o 22% all’aliquota agevolata (attualmente al 4%) sulle forniture domestiche di acqua, gas e luce applicata solo al costo della fornitura ed escludendo/esentandole le accise, le addizionali locali e gli altri costi accessori”.

L’ordine del giorno ha visto il voto favorevole del gruppo PD, Art.1-MDP di Cesena Siamo Noi e l’astensione di Libera Cesena. Il Psi ringrazia tutti i gruppi consiliari per l’attenzione prestata al tema ed in particolare chi ha voluto sostenerlo col voto.

I socialisti Cesenati sono stati presenti in Consiglio Comunale in delegazione con la presenza del neoeletto Segretario Regionale Marco Strada, il riconfermato segretario Regionale della FGS Pedrelli Enrico Maria ed il neoeletto segretario FGS di Cesena Tommaso Placucci.

cesena

Lo stesso ordine del giorno è stato approvato all’unanimità nell’ultimo consiglio Comunale di Montiano.
I Socialisti Cesenati auspicano che gli eletti locali si facciano carico del tema negli impegni romani.

 

Psi Modena. Approvato Odg sulle difficoltà delle famiglie italiane

“Il Partito Socialista di Modena – afferma in un comunicato Graziella Giovannini, Segretaria Provinciale dell PSI – esprime la propria soddisfazione per la recente discussione dell’Ordine del Giorno  sull’ “Abbattimento del costo delle forniture domestiche al fine di alleggerire il peso fiscale che grava da anni sulle famiglie italiane”.

La presentazione, discussione e approvazione all’unanimità dell’Ordine del Giorno nella recente seduta del Consiglio Comunale di San Prospero è un significativo atto di attenzione a problemi veri, molto sentiti dalla cittadinanza e che debbono trovare momenti di dibattito e di confronto nelle sedi politiche ed istituzionali.

In tal senso alcuni mesi fa i socialisti di Modena hanno sollecitato un impegno dei Sindaci e dei consiglieri Comunali presenti sul territorio.

Ci auguriamo – conclude – che l’esempio del Comune di San Prospero, del suo Sindaco Sauro Borghi e dei suoi Consiglieri Comunali, sia seguito da altri Sindaci e da altri Comuni del  nostro territorio provinciale”.

Psi Rocca di Papa: “Il Sindaco ristabilisca ordine e chieda la chiusura del centro accoglienza”

“Da condannare – si legge in una nota di Marco Rapo dei Socialisti Rocca di Papa (Rm)  – l’irresponsabile gesto avvenuto ieri sera che ha coinvolto il centro di accoglienza ‘temporaneo’ di Mondo Migliore. Altresì riteniamo che la situazione stia diventando ingestibile per l’intero paese, chiediamo quindi all’amministrazione e al Sindaco di ristabilire al più presto la situazione, di garantire la sicurezza e chiedere al più presto la chiusura del centro. L’integrazione avviene con regole ben precise, confinare delle persone in un centro in attesa di destinazione (?) e mettere a rischio la sicurezza degli stessi immigrati e quella della cittadinanza non è assolutamente accettabile”.

Referendum autonomia. Nencini, per PSI astensione. Si vuole usare per campagna elettorale

“Nel referendum indetto da Lombardia e Veneto per il prossimo autunno, i socialisti predicheranno l’astensione”.

Lo ha annunciato il segretario del PSI, Riccardo Nencini, riferendosi al referendum indetto in Lombardia e in Veneto sul l’autonomia il 22 ottobre prossimo.
“Chi desidera maggiore autonomia – ha aggiunto Nencini – utilizzi gli strumenti esistenti: l’art.117 della Costituzione. Li dentro c’è già tutto per richiedere una gestione più diretta di una serie di materie importanti. Se poi si vuole utilizzare il referendum come inizio della campagna elettorale, allora si abbia il coraggio di dirlo in chiaro” ha concluso.

Locatelli: Contrastare il terrorismo, rispettare i diritti 

“Questa proposta di legge prevede misure e programmi per prevenire fenomeni di adesione alla radicalizzazione ma vuole anche agire sul recupero in termini di integrazione sociale, culturale, lavorativa, di soggetti disponibili a interrompere un percorso di annichilimento”. Lo ha detto Pia Locatelli intervenendo per dichiarazione di voto sulla proposta di legge per la prevenzione della radicalizzazione e dell’estremismo violento di matrice jihadista.

“Il tutto – ha aggiunto – nel rispetto dei diritti, a cominciare dalla professione di fede, e delle libertà individuali e garantendo la sicurezza dei cittadini. Coniugare diritti e doveri in questo campo non è cosa facile, per questo serve il supporto di soggetti diversi a cominciare dalle famiglie, dalle scuole e dal web”.

Il testo dell’intervento