BLOG
Psi Terni

Psi Umbro
Pd isolato e autoreferenziale

Terni, 22 ago. – “Se errare è umano, perseverare è diabolico. Solo così possiamo commentare l’atteggiamento del Pd umbro che, nonostante il calo di consensi avuto negli ultimi anni in ogni tornata elettorale, continua a isolarsi in discussioni e confronti interni, senza nessun segnale di apertura verso le altre forze della coalizione o le tante esperienze civiche umbre”. Questo è quanto affermato dalle segreterie regionali e provinciali del Partito socialista umbro. “La conferma di ciò – proseguono i segretari Cesare Carini, Carlotta Caponi e Rossano Pastura – si ha osservando il programma della Festa regionale del Pd che si sta svolgendo in questi giorni a Narni. Nei numerosi incontri e dibattiti non si ha la presenza di un solo ospite ‘esterno’, nessun rappresentante delle altre forze del centro sinistra o di quelle esperienze civiche verso le quali più volte è stato annunciato di volersi aprire per costruire una coalizione democratica, riformista e solidale, in grado di contrastare la deriva populista e sovranista che governa attualmente l’Italia. Nei fatti si continua a operare in modo autoreferenziale, facendo prevalere la linea di una presunta autosufficienza”.
“Premesso che il Partito democratico è libero di organizzare la propria festa come meglio crede – concludono i tre segretari del Psi Carini, Caponi e Pastura –, riteniamo che i segnali che da queste iniziative ci giungono confermano che per il Pd la coalizione di centro sinistra, con la quale per anni abbiamo amministrato la regione e tanti comuni dell’Umbria, non ha più ragione di esistere. A questo punto non ci resta che prendere atto di questa nuova situazione e organizzarci di conseguenza in vista dei prossimi appuntamenti elettorali”.

I segretari Cesare Carini, Carlotta Caponi e Rossano Pastura

Psi Terni
Opposizione costruttiva ma intransigente

“I valori che costituiscono la nostra tradizione, quella delle forze di sinistra riformiste e socialiste, ci differenziano e ci separano nettamente da chi oggi amministra l’Italia e Terni. Nel rispetto dei ruoli e delle rappresentanze istituzionali, vogliamo comunque rivolgere il nostro in bocca al lupo al sindaco e alla sua giunta, augurandoci che operino nel migliore dei modi per il bene della città”.

Così si esprimono i rappresentati della lista ‘Terni immagina’ e la Federazione provinciale di Terni del Partito Socialista Italiano. “Con il Consiglio comunale di oggi, giovedì 12 luglio – hanno spiegato ‘Terni immagina’ e il Psi ternano –, prende il via ufficialmente il nuovo mandato amministrativo del Comune di Terni. Per la prima volta la nostra città sarà governata da una giunta e un sindaco sostenuti da una maggioranza di destra. Non la destra liberale e riformista del professor Ciaurro, tanto evocata in questi ultimi mesi, ma una destra ‘molto a destra’. In questo clima particolare la lista ‘Terni immagina’, che sarà rappresentata in consiglio comunale da Paolo Angeletti, svolgerà il proprio ruolo di opposizione, sia dentro che fuori le sedi istituzionali, vigilando attentamente sull’operato del sindaco e della giunta comunale, nell’interesse dei cittadini e del bene comune”. “Abbiamo assistito in questi giorni al consueto teatrino per la composizione della giunta comunale – dichiarano da ‘Terni immagina’ e Psi di Terni –, ci è sembrato francamente che non vi sia traccia del tanto sbandierato cambiamento. Viste le numerose promesse e aspettative a cui il sindaco doveva rispondere, ci si appresta a varare una giunta formata da nove membri, tanti per poter accontentare tutti alla faccia del risparmio e della sobrietà. Si è utilizzato come mezzo di selezione il famoso ‘metodo Cencelli’, con la Lega a fare da padrone, che non è valso per l’attribuzione di alcun incarico esecutivo alla lista cosiddetta civica che ha eletto il consigliere Michele Rossi”. “Nel ribadire la nostra distanza dai valori che ispirano i partiti che sostengono l’attuale amministrazione – proseguono ‘Terni immagina’ e il Partito socialista ternano –, saremo attenti a tutte le scelte e le decisioni che questa metterà in campo. Nel caso in cui riterremo che alcune di esse siano condivisibili, non esiteremo a sostenerle, mettendo sempre al primo posto gli interessi della comunità ternana, senza pregiudizi né contrapposizioni ideologiche”. “Nel frattempo – concludono i rappresentanti di Terni Immagina – inizieremo a lavorare per ricostruire, sia all’interno del Consiglio comunale, sia nella città, una coalizione di centro sinistra, che superi le divisioni e lavori per dare alla città un’alternativa propositiva alle forze populiste ed estremiste che oggi la governano”.

I rappresentanti della lista “Terni Immagina”
La Federazione Provinciale del PSI di Terni