BLOG
Sergio Zanetti

Evasione e spot televisivi

L’attuale governo ha messo in atto, oltre al rafforzamento dei controlli, una campagna pubblicitaria nell’intento di sensibilizzare gli italiani ad un maggior senso civico, in ossequio a quanto prevede la nostra Costituzione sul dovere-obbligo di contribuire alle spese dello Stato secondo le reali capacità reddituali di ciascun cittadino. In questi spot l’evasore viene paragonato ad un parassita o tumore della società da combattere con ogni mezzo. Vista l’enormità e l’importanza del problema ci si chiede: ma chi sono e quanti sono gli evasori su scala nazionale? Appare ormai assodato che si tratta di un numero assai elevato dal momento che è stato determinato, non so con quali elementi di calcolo, che la quota di economia sommersa rappresenta il 17 % del PIL; quindi si tratterebbe di materia imponibile  per importi grosso modo valutabili fra i 250 ed i 300 miliardi di euro. Continua a leggere