lunedì, 18 Novembre, 2019

Bolivia, Evo Morales riconfermato

0

Il Socialista Evo Morales ha vinto le elezioni generali per la quarta volta, dopo il 2005, il
2009 e il 2014. Il Presidente uscente ha ottenuto il 46.87%, contro il 37.73% del suo
principale sfidante, il centrista Carlos Mesa, già Capo dello Stato dal 2003 al 2005.
Nonostante Morales non abbia raggiunto il 50%, per la legge elettorale la vittoria è valida
al primo turno a causa del vantaggio di 10 punti sul principale sfidante.

L’annuncio della vittoria di Morales è arrivata dopo diverse ore di tensioni e scontri tra i
sostenitori di Mesa e le forze dell’ordine. La polemica è stata generata dal Tribunale
Supremo Elettorale che, con lo scopo di rendere più trasparente lo spoglio delle schede,
ha diffuso stime preliminari dei risultati molto inaffidabili. Gli aggiornamenti, fermi all’84%,
davano Morales al 45,3% e Mesa al 38%. Quest’ultimo ha immediatamente festeggiato
l’accesso al secondo turno, nonostante Morales avesse invitato tutti alla prudenza, data la
mancanza dei dati dello spoglio delle zone rurali del Paese, storiche roccaforti del suo
partito, il Movimento per il Socialismo. Proprio quelle regioni non hanno disatteso le
aspettative, facendo diventare irrecuperabile il vantaggio di Morales nella seconda
proiezione, diffusa lunedì.

Ad ogni modo, il vincitore è il Presidente indigeno, che potrà continuare a guidare il Paese
fino al 2025, data di scadenza della legislatura. Il percorso democratico verso la
realizzazione del Socialismo proseguirà a partire dalla difesa di tutte le conquiste ottenute
dal Governo. L’analfabetismo è stato sconfitto, le differenze sociali sono state ridotte al
minimo mentre l’economia è stata stabilizzata. Tutto questo accompagnato da una lotta
Ecosocialista contro i cambiamenti climatici.
Il piccolo Paese dell’America Latina ci testimonia che una società migliore – e un Governo
Socialista democratico e Anticapitalista – è possibile.

Amedeo Barbagallo

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply