mercoledì, 20 Novembre, 2019

“Borders/Confini”, torna il festival del cinema dei Paesi Nordici

0

L’ottava edizione del Nordic Film Fest si svolgerà da giovedì 2 a domenica 5 maggio nella Casa del Cinema di Roma, a Villa Borghese, in largo Marcello Mastroianni 1.

La rassegna, che promuove la cinematografia e la cultura dei Paesi Nordici (Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia), presenta una selezione di film in anteprima o inediti in Italia.

Il festival, realizzato dalle quattro ambasciate nordiche presenti in Italia e dal Circolo Scandinavo, si avvale anche della collaborazione dell’ambasciata di Islanda di Parigi e dei Film Institutes dei rispettivi paesi.

Il tema scelto per l’edizione di quest’anno è “Borders/Confini”, non solo in senso geografico ma anche tra “mondi”, modi di essere e di pensare diversi.

L’edizione 2019 del Nordic Film Fest propone 13 film, 2 documentari, 4 corti e 9 ospiti. In dettaglio, Danimarca: 2 film, Finlandia: 3 film e 1 documentario, Islanda: 1 film, Norvegia: 3 film, Svezia: 3 film e 1 documentario, Circolo Scandinavo: 1 film e 4 corti. In totale, circa 30 ore di grande cinema.

Le proiezioni, in lingua originale con sottotitoli in italiano o in inglese, inizieranno tutti i giorni alle 3 del pomeriggio per concludersi a mezzanotte circa, e sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Ad aprire ufficialmente il Nordic Film Fest 2019, con la presenza dell’attrice Alba August e del produttore Lars G. Lindström, il film biografico “Becoming Astrid”, sulla vita di Astrid Lindgren, una delle più importanti scrittrici della letteratura per l’infanzia del Novecento, autrice del long seller “Pippi Calzelunghe”.

Il film narra di una giovane Astrid che decide di infrangere le rigide norme della società dei primi del Novecento e seguire il suo cuore. Il film ha ricevuto 7 nomination ai Guldbagge Awards (il premio cinematografico più importante della Svezia), tra cui miglior film e miglior attrice.

Prima dell’opening verrà proiettato il documentario finlandese ”Every Other Couple”, introdotto dalla regista Mia Halme, sulle storie di coppie divorziate, candidato come miglior documentario internazionale al Hot Docs Canadian International Documentary Festival.

Mentre sarà l’islandese “Woman at war – la donna elettrica”, a chiudere il Nordic Film Fest domenica 5 maggio alle ore 21:30. Diretto da Benedikt Erlingsson, presentato in anteprima mondiale alla Semaine de la Critique di Cannes, e vincitore del Premio Lux del Parlamento Europeo, “Woman at war – la donna elettrica” è una commedia fuori dagli schemi che unisce emozione, impegno e divertimento.

La protagonista sembra una donna come le altre, ma dietro la routine di ogni giorno nasconde una vita segreta da eco-terrorista contro le multinazionali che stanno devastando la sua terra, la splendida Islanda. Il film avrà presto un remake americano, diretto, prodotto e interpretato dalla due volte premio Oscar Jodie Foster.

Il programma prevede una serie di presentazioni e di incontri con ospiti internazionali, scelti tra i più significativi registi, attori, produttori e sceneggiatori più dell’attuale cinematografia scandinava.

Ritorna anche la sezione speciale a cura del Circolo Scandinavo che, sabato 4 maggio, dalle 16 alle 20, propone proiezioni di film e di cortometraggi, ovviamente con ospiti nordici. Il lungometraggio presentato in questo spazio sarà “We are like oranges”, introdotto dalla regista e sceneggiatrice svedese Cecilia Gärding, che affronta il tema del razzismo in Svezia in una sorta di saga ispirata ad “Alice nel paese delle meraviglie”, mentre alla proiezione dei corti sarà presente la regista finlandese Pia Andell.

Per la prima volta al Nordic Film Fest sbarca SKAM, la web serie prodotta in Norvegia e diventata un fenomeno internazionale; nata dal canale NRK P3 è stata portato in Italia da TIMvision. Sabato 4 e domenica 4 maggio ci saranno anche due appuntamenti per conoscere la storia e il linguaggio social del “teen drama”.

Sabato mattina, dalle 10:00 alle 13:00, il festival ospita NRK P3, produttore di SKAM Norvegia, per un confronto con altri casi che hanno coinvolto il proprio pubblico con strumenti innovativi. All’incontro partecipano Marianne Furevold (SKAM NRK P3), Ludovico Bessegato (SKAM TIMvision), Prisca Cupellini (MAXXI) e Janet De Nardis (Rome Web Fest), con i moderatori di Bam! Strategie Culturali: Federico Borreani e Francesca Lambertini.

Domenica, dalle ore 16, parte una maratona con quattro episodi di SKAM Norvegia, proiettati per la prima volta al cinema in Italia, e con una sorpresa targata SKAM Italia.

Come nelle passate edizioni, ci sarà una sezione dedicata allo storytelling, a cura della Writers Guild Italia. L’incontro con ospiti del Nordic Film Fest, rappresentanti dell’industria cinematografica dei Paesi Nordici e sceneggiatori italiani, affronterà il tema del “gender” della scrittura. Appuntamento nell’auditorium dell’Ambasciata di Finlandia, venerdì 3 maggio alle ore 10:00.

Nordic Film Fest si avvale anche quest’anno della partnership dell’Istituto Europeo di Design, che ha realizzato la sigla originale. Media partner è Romeing, il principale magazine mensile di lingua inglese a Roma, che dal 2010 aiuta gli “expats” e i turisti a scoprire la scena culturale, gli eventi e gli stili di vita della capitale.

Antonio Salvatore Sassu

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply