domenica, 7 Giugno, 2020

TRISTE PRIMATO

0

Abbiamo superato la Cina, ma per numero di morti, oggi è arrivato puntuale il bollettino di Angelo Borrelli dalla protezione civile 3405 i morti, oggi altre 415 persone hanno perso la vita a causa del Coronavirus.
Inoltre ha voluto lanciare un appello speciale per i cani: “Non abbandonateli, non è dimostrata la possibilità di contagio”. Il timore degli abbandoni degli animali domestici è una preoccupazione nata dopo il caso di un cane messo in quarantena a Hong Kong.
Nei giorni scorsi Marco Melosi, presidente dell’Associazione medici veterinari italiani (Anmvi) “Smentisco ufficialmente che gli abbandoni di cani siano in aumento in Italia. Abbiamo avuto contatti con vari canili e non risultano ingressi in surplus in questo momento, come invece ho letto recentemente”.
Il capo della protezione civile annuncia l’arrivo dei ragazzi dall’Erasmus che potranno essere presi e accompagnati a casa dall’aeroporto da un solo genitore e dovranno mettersi in isolamento come tutti.
Un’altra, l’ennesima smentita, arriva in conferenza stampa, da parte del presidente dei pediatri, sul timore che il coronavirus possa colpire in maniera grave i bambini.
“I bambini positivi in tutta Italia sono 300, per la casistica italiana è confermata quanto rilevato a livello internazionale: non c’è mortalità né casi gravi tra i bambini, questo deve rasserenare genitori e nonni, che devono sapere che il coronavirus non è un problema pediatrico”. Lo ha detto, stasera, Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria (Sip), intervenendo alla conferenza stampa che si tiene presso la Protezione civile, a Roma, ogni sera, per fare il punto sulla situazione dell’emergenza coronavirus. “Ovviamente – ha aggiunto Villani – se ci sono sintomi, si devono consultare i pediatri e valutare cosa fare. Se un bambino ha problemi importanti allora si deve portare in ospedale, ma il coronavirus di per sé non rappresenta un problema per i bambini”.
Intanto l’Europa inizia a chiudere le frontiere dove i numerosi contagi nel Centro Europa. Il capo della Bce ha corretto il tiro, ma la vera risposta è arrivata ieri. Con la decisione di estendere a 750 miliardi il Quantitative easing, ovvero gli acquisti di obbligazioni pubbliche e private da parte della Bce, Madame Lagarde ha imbracciato il bazooka e ha riscattato la gaffe di una settimana prima con una maxi manovra che viene innanzitutto in soccorso dell’Italia. Restano dubbi e incertezze economiche evidenziate anche dal senatore socialista Nencini.
“Professionisti, artigiani e commercianti sono coloro i quali soffrono di più la crisi economica dovuta alla pandemia. Riconoscere loro 600 euro una tantum è poco, troppo poco”. È quanto ha affermato in una nota il presidente del Psi Riccardo Nencini, che ha aggiunto: “Tutti i lavoratori vengano trattati allo stesso modo. Quello adottato è invece un criterio che introduce una frattura nel mondo del lavoro“. Commentando ancora il decreto CuraItalia, Nencini ha proseguito: “Da almeno un mese, per ragioni dovute al crollo di ogni attività, si registra un numero inferiore di incidenti stradali ed un calo significativo di infortuni e furti, tuttavia si registrano aumenti nei vari rami assicurativi, inclusa la RC auto, rispetto a quanto pagato nell’anno in scadenza. Gli aumenti vanno bloccati con effetto immediato. Sono ingiustificati”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply