martedì, 20 Agosto, 2019

Buon viaggio “Tiresia”. È morto Andrea Camilleri

0

Roma, 17 luglio 2019, la Capitale si sveglia con una triste notizia, il grande scrittore siciliano creatore del commissario Montalbano Andrea Camilleri è venuto a mancare alle 8,20 di questa mattina nell’ospedale Santo Spirito di Roma all’età di 93 anni.
La sua vita da autore di oltre cento libri è stata caratterizzata da record di cifre con sei zeri grazie ai titoli pubblicati con le case editrici Sellerio (25 milioni di copie) e Mondadori (6 milioni di copie). 
Ma il vero successo arrivò negli anni novanta con la serie tv di gialli che ha per protagonista il commissario Montalbano interpretato da Luca Zingaretti, i racconti sono caratterizzati dall’uso di un italiano fortemente contaminato da elementi della lingua siciliana e da un’ambientazione particolarmente curata. La serie tv si calcola sia stata vista complessivamente da circa 1,2 miliardi di telespettatori
Il nome Montalbano venne scelto da Camilleri in omaggio allo scrittore spagnolo Manuel Vázquez Montalbán, ideatore di un altro famoso investigatore, Pepe Carvalho: i due personaggi hanno in comune l’amore per la buona cucina e le buone letture e i modi piuttosto sbrigativi e non convenzionali nel risolvere i casi.
La serie televisiva firmata Rai riuscì a portare la Sicilia nelle televisioni dell’intera Nazione.
“Non vedo, ma sogno.”
Abbandonato dalla vista Camilleri affermò in un’ultima intervista che perdendo la capacità di vedere il mondo rese i ricordi nella sua mente molto più nitidi e coincisi, aveva mantenuto intatta la capacità di raccontare e di comprendere la realtà con ironia e dolcezza.
Il suo bagaglio era ricco di una carriera e di una vita piena di curiosità, cultura, televisione e teatro. Per questa sua voglia di vita affermava che:

“È il pensiero della morte che aiuta a vivere”

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply