mercoledì, 22 Maggio, 2019

Carlo Sorrente
Sicurezza, servono competenze non i taser

0

Come si evince dal decreto sicurezza del Governo la pistola elettrica sarà affidata a polizia, carabinieri e guardia di finanza, ma dopo che diversi comuni hanno chiesto l’estensione anche ai vigili urbani, nel decreto sicurezza è stata inserita la possibilità per i comuni italiani oltre i 100mila abitanti di dotare gli agenti di polizia locale di pistole.
Quindi in attesa di leggere attentamente la delibera della giunta comunale di Pisa portata in consiglio, dobbiamo dedurre che il sindaco Conti e la v.sindaca Bonsangue hanno indotto delibere, per quello che riguarda il “pistolone” taser elettrico, fuori legge.
Ci auguriamo che la delibera sia ritirata con tante scuse al Consiglio Comunale, ai Vigili, all’Opinione Pubblica maldestramente abbindolata e alle redazioni giornalistiche dei mass media
Nella delibera impropria, comunque poco si dice sui corsi di aggiornamento – addestramento a carico della polizia comunale che pure sarebbe autorizzata a portarsi a casa i “pistoloni”.
Siamo preoccupati della superficialità del Sindaco e della v.sindaca e stante così le cose anche dell’incolumità dei cittadini inermi che invece di essere protetti potrebbero per un uso non appropriato se non illegale addirittura soccombere.

Carlo Sorrente
segretario P.S.I. Prov.le

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply