giovedì, 2 Luglio, 2020

Caso Palamara. Procura chiede processo alla sezione disciplinare Csm

0

La procura generale della Corte di Cassazione ha concluso la prima fase dell’istruttoria disciplinare a carico dei magistrati coinvolti nel caso Palamara e ha chiesto il processo alla sezione disciplinare del Csm per 10 magistrati, relativamente all’incontro avvenuto in un albergo di Roma in cui si discuteva di nomine ai vertici delle principali procure italiane.

Lo ha annunciato in conferenza stampa il procuratore generale della Cassazione, Giovanni Salvi. Il giudizio disciplinare è stato chiesto oltre che per Luca Palamara, per i 5 ex togati del Csm dimissionari lo scorso anno, Antonio Lepre, Luigi Spina, Corrado Cartoni, Gianluigi Morlini e Paolo Criscuoli, Cosimo Ferri, l’ex pm romano Stefano Fava, l’ex pm della Dna Cesare Sirignano più due magistrati segretari del Csm, per uno dei quali la richiesta di giudizio disciplinare era già stata avanzata.

“I magistrati inquisiti potranno difendersi in contraddittorio. E mi auguro anche in tempi brevi, anche se i tempi li detta il Csm. Si tratta dieci posizioni. Per quanto riguarda Cosimo Ferri abbiamo chiesto al Csm di richiedere l’autorizzazione al Senato per l’utilizzabilità delle conversazioni intercettate”, ha detto il pg della Cassazione, Giovanni Salvi.

L’atto della procura generale è un atto di parte che dovrà essere accolto o meno dall’organo disciplinare del Csm. “Possono essere comminate sanzioni molto gravi”, ha sottolineato Salvi. “Proprio perché il caso è stato così grave il colpo subito, abbiamo forte il desiderio di mostrare che siamo in grado di voltare pagina”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply