martedì, 19 Novembre, 2019

Caso Segre, Salvini si mette sullo stesso piano di una sopravvissuta alla Shoah

0

L’Italia scivola con imbarazzo verso periodi oscuri dai quali sembrava uscita definitivamente. Il rigurgito del fascismo e del razzismo tornano a farsi sentire e a colpire una donna che è riuscita a sopravvivere ai campi di sterminio.
In seguito alle minacce via web e allo striscione di Forza nuova esposto nel corso di un appuntamento pubblico a cui partecipava a Milano, il prefetto Renato Saccone ha deciso di assegnare la tutela alla senatrice a vita Liliana Segre, ex deportata ad Auschwitz, che, da oggi, avrà due carabinieri che la accompagneranno in ogni suo spostamento. La notizia è pubblicata su alcuni quotidiani milanesi.
Matteo Salvini lasciando una manifestazione di Coldiretti in corso in piazza Montecitorio, riferendosi all’assegnazione della scorta alla senatrice a vita. “Anche io ne ricevo quotidianamente”, ha aggiunto.
Nel suo primo appuntamento pubblico da quando le è stata assegnata una scorta dei carabinieri (in borghese), la senatrice a vita Liliana Segre non ha voluto fare alcun commento alla cosa. “Non voglio rilasciare alcuna dichiarazione, voglio solo guardare la mostra”, ha detto all’anteprima stampa dell’esposizione ‘Nei palchi delle Scala – Storie milanesì al Museo del Teatro prima di essere accompagnata a visitarla da Pierluigi Pizzi, il regista e coreografo che ne ha curato l’allestimento.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply