Casebook

Casebook
0

Lo splatter-show della tv, parola di Mariano Sabatini

Ci sono veramente tutti. I bassi istinti dell’Isola dei Famosi, la pseudocronaca purulenta di finta partecipazione e scandalismo a buon mercato della D’Urso ogni sacrosanto pomeriggio su Canale 5, la Celentanite acuta di certi guru-show sempre più di cartapesta, Benigni che salvò il Festival di Sanremo, i “format al sangue” che pullulano nei palinsesti a ogni piè sospinto, la telefonata all’Infedele del Cavaliere dove apostrofò duramente Lerner degnamente ricambiato, la comicità “dodecafona” …

Casebook
0

Ipermondo, dieci chiavi per capire il presente

Se nella sua accezione, classicamente fenomenologica, “mondo” era il fascio di relazioni e condizioni che l’uomo viveva come esperienza tra gli artifici da lui inventati e i simili di cui condivideva debolezze e con cui costruiva valori, che cos’è l’”ipermondo”? Cosa aggiunge o sottrae, forse per sempre, il suffisso “iper” a questa base antropologicamente primaria su cui sono state combattute guerre, immaginate nuove visioni del futuro, disegnate strategie linguistiche, intessute emozioni…

Casebook
1

Il ritorno dell'”assoluto” contro il fascismo delle merci e della tv

Contro l’immane sciocchezzaio dei media e dei poteri improntati a sogno, falsità e mediocrità; contro i linguaggi chiusi e prefabbricati dal dominio delle caste; contro i totalitarismi striscianti che abdicano alla vera libertà dell’individuo, e a favore di una ripresa delle basi puramente speculative della filosofia e della ricerca di un “assoluto” (“pura energheia, pura attività “formante””) si dedica Rocco Ronchi, filosofo e docente universitario a L’Aquila e Milano, nel suo Come fare. Per…

Casebook
0

La miscela esplosiva di paura e capitalismo

La drammatica vertenza dell’Ilva di Taranto ha svelato il cuore malato del cosiddetto “capitalismo cognitivo”, cerniera perfetta e macabro sigillo fra la nuda vita e la vita nuda. Esso cioè, da un lato assume come risorsa da sfruttare non più soltanto i muscoli, le braccia, le reazioni fisiche, la disciplina dei tempi e dei movimenti a una catena di montaggio, ma anche i desideri, le tensioni, i consumi, i saperi pratici, le inclinazioni del sentire, le competenze intellettuali, tutto quanto…

Casebook
0

Contro il potere, il coraggio di Ulisse e del filosofo Fusaro

L’Iliade è chiara al riguardo. E i Greci della fase mitologica non erano certo parsimoniosi a livello di manicheismi e facili disprezzi. Se si era effeminati, si indulgeva in mollezze, si veniva tentati dall’eros e dai vizi della carne, automaticamente il proprio valore guerriero, la stima militare scemava fino a sparire del tutto. Perché l’aretè non era certo simmetrica al gioco delle passioni o al ratto delle concubine. L’alke dei poemi omerici, l’essere intrepidi in battaglia, è un primo…

Casebook
0

Quando l’inconscio assomiglia a un “drago”

Cosa è un drago sotto il letto? O meglio: è possibile convivere e condividere spazi con un mostro dalle mille spire piazzato proprio lì, nella parte più intima e autentica del nostro privato? Possiamo redimerlo? Trasformarlo in un docile cagnolino che obbedisce ai nostri ordini? La leggendaria – e gradevolmente fumettistica – metafora è usata da Francois Ansermet e Pierre Magistretti (psicanalista e docente di Pedopsichiatria a Ginevra, il primo, medico e neurobiologo a Losanna, il secondo)…