In evidenza

In evidenza
0

La nuova frontiera delle campagne elettorali: “Moi, président de la République” è un rap

Il braccio di ferro per l’Eliseo si sposta dalla tv alla consolle, e la frase del candidato socialista è già storia. Ispirato dal duello televisivo Hollande-Sarkozy, un dj francese, Shadow Killah, ha infatti remixato un intero brano con la voce del candidato socialista. Hollande, durante il faccia a faccia mediatico con il suo avversario, ha messo in discussione sedici punti di Sarkozy, in uno dei momenti di più alta tensione dello show. Per lo stesso numero di volte la formula è ripetuta…

In evidenza
0

Francia, Hollande sempre in testa nei sondaggi. Da Berlino partono le prime contrattazioni ufficiose

Secondo i dati raccolti dagli istituti demoscopici Ipsos e Bva, il candidato socialista Francois Hollande resta in testa alle preferenze dei francesi con il 52,5% delle intenzioni di voto, contro il 47,5 attribuito invece al presidente uscente Nicolas Sarkozy. Al successo contribuito molto anche l’ultimo (e unico) testa a testa televisivo, che ha visto Hollande (con un “Moi Président” ripetuto a mo’ di mantra) spopolare, a scapito di un uscente Sarkozy costretto a vestire i panni del…

In evidenza
0

Andreotti uscito dalla rianimazione: crisi respiratoria dopo il pranzo

Il senatore a vita Giulio Andreotti è ricoverato in rianimazione al policlinico Gemelli. È arrivato in codice rosso, disidratato e con frequenza cardiaca molto elevata. Le sue condizioni sono ancora critiche ma, rispetto a quando è stato prelevato nella sua abitazione dal 118 intorno alle 13 e 30, sembrano adesso in sensibile miglioramento. In questi giorni sofferente di bronchite, Andreotti avrebbe oggi avuto una crisi respiratoria. Secondo fonti sanitarie il sette volte presidente del…

In evidenza
2

Quale destino per il nostro Paese

La presentazione al Senato della Repubblica dell’Annuario IAI/ISPI è stata l’occasione per fare un bilancio della politica estera italiana nel 2011 e per introdurre le sfide che attendono il nostro Paese nel 2012. Nell’anno passato, più ancora che in quelli precedenti, la politica estera italiana si è trovata stretta nella morsa di una duplice crisi: interna ed internazionale. Da un lato è arrivato al punto di rottura il deterioramento degli equilibri politici, economici e istituzionali…

In evidenza
1

Esclusiva – Napoli, il Questore Merolla: «Sorbillo, un imprenditore da anni simbolo di legalità in una zona difficile»

«Ci siamo fortemente interessati alla vicenda sia sotto il profilo investigativo, sia sotto quello della manifestata solidarietà all’imprenditore titolare di questo pubblico esercizio». È quanto ha dichiarato in esclusiva all’Avanti!online il questore Luigi Merolla, che si sta occupando delle indagini sull’incendio alla storica pizzeria Sorbillo di napoli. «Questa pizzeria – spiega il Questore – è localizzata in una piazzetta ghettizzata, che è cuore dell’attività antiracket. Inoltre…

In evidenza
1

Vecchi e nuovi scenari politici in Italia

Archiviate le amministrative del 6-7 maggio accadrà forse quello che in tanti si aspettano, il ritorno della Prima Repubblica seppur sotto forme e con modalità solo in apparenza differenti. Siamo giunti oggi ad una crisi di sistema, dovuta agli eccessi della politica, ma soprattutto al collasso dei partiti nati per difetto di ideali, difetti chiamati predellino, neo guelfismo democratico, populismo e giustizialismo. Ma veniamo al punto. La seconda Repubblica nacque, oltre che sulla menzogna…

In evidenza
0

Gli anti-maroniani sfidano i “traditori” al ‘Bossi day’

Al grido “Umberto il simbolo è tuo, la Lega nord tua e dei militanti fedeli a te e al tuo ideale” i fedelissimi del Senatur si mobilitano. Un misto di rabbia, orgoglio e voglia di riscatto è il sentimento che anima quale i militanti bossiani più fedeli, quelli che non lo cambierebbero con nessun altro leader al mondo e che temono il fantasma del nuovo che avanza chiamato Maroni e che per questo si sono dati appuntamento, dome nica prossima, al “Bossi day”. Dicono di farlo per “l’unità della…

In evidenza
0

Rienzi (Codacons): «Tanzi condannato? Fate causa alle banche che hanno venduto titoli Parmalat»

Calisto Tanzi, fondatore della Parmalat, è stato condannato dalla Terza sezione penale della Corte di Appello di Bologna a 17 anni e 10 mesi di reclusione per bancarotta fraudolenta, nell’ambito del processo sul crac da 14,5 miliardi di euro dell’azienda di Collecchio. La vicenda Parmalat investe dal 2003 i tribunali e le procure del Nord Italia. Al centro dello scandalo, che ha visto bruciati gli investimenti di circa 30.000 tra risparmiatori e investitori, oltre allo stesso Tanzi ci sono…

In evidenza
0

Presidenziali in Serbia, la ‘polveriera d’Europa’ in bilico tra Tadić e Nikolić

Non è eccessivo parlare di momento storico per la Serbia. Il presidente Tadić si è dimesso in anticipo, accorpando le elezioni presidenziali alle amministrative e legislative già previste per il 6 maggio. Dall’election day dipenderà il futuro del Paese balcanico, che da secoli si divide tra spinte occidentaliste e slavofile, e l’esito avrà ripercussioni sull’Europa intera. I serbi sceglieranno se confermare il centrosinistra di Boris Tadić o svoltare a destra con Tomislav Nikolić, ma è molto…

In evidenza
0

Alfano (Pdl), con Berlusconi cambieremo la politica italiana

«Subito dopo il ballottaggio delle amministrative io e Berlusconi annunceremo la più grossa novità della politica italiana». Ad affermarlo è il segretario del Pdl Angelino Alfano che, dopo il polverone sollevato in mattinata dal leader Udc Pierferdinando Casini, si lascia poi andare: «Se il destino dei moderati in Italia dovesse dipendere dalla riunione nella stanza del presidente della Camera tra Fini, Casini e Rutelli non credo sarebbe un grande destino. Quella stanza – ironizza Alfano…