Spettacolo

Spettacolo

“Ti stimo fratello”: da Zelig al cinema ma la sceneggiatura è il grande assente

Paolo Uzzi, da anni autore della trasmissione comica Zelig, fa il grande salto e firma la sua prima regia, debuttando con “Ti stimo fratello”. Il film sbarca nelle sale oggi e si prevedono grandi incassi al botteghino. Si tratta di una pellicola annoverabile esclusivamente nella categoria dei lungometraggi demenziali. Uzzi ci racconta la storia di un ragazzo, Johnny, che adora frequentare le discoteche e rimorchiare.Il problema è che non ha interesse per null’altro. Improvvisamente Johnny…

Spettacolo

Se Lady Gaga è in cerca di forza le donne comuni di autostima. Ma in fondo hanno gli stessi desideri

Quello che le donne non dicono o quello che le donne non vorrebbero che si dicesse. Nel giorno della festa della donna, tra chi lo considera una ricorrenza sessista, a sottolineare le differenze di genere con annessa critica al business della mimosa e chi invece la vede come un’occasione per affermare i diritti negati, rispunta una star icona dell’androgino: Lady Gaga. Questa volta torna a far parlare di sé, non per l’abbigliamento preso in prestito da Gino il macellaio, né per gli eccessi di…

Spettacolo

Senza parole: vogliono lasciare i Simpson senza voce

Dopo più di vent’anni le voci di Marge e Bart Simpson potrebbero cambiare: le due doppiatrici, Ilaria Stagni e Liù Bosisio, non hanno accettato il taglio di stipendio di oltre il 60% imposto da Fox e Mediaset attraverso la società di doppiaggio Sedif. Ci eravamo abituati all’ignoranza nei confronti dei prodotti seriali, comprati a pacchetto e messi in onda a caso, cambiando all’occorrenza giorno e fascia oraria, senza alcun rispetto per il telespettatore.

Spettacolo

Panariello, quando vince il trash il diritto all’oblio è negato

Panariello non esiste, eppure tutti pazzi per il comico toscano: difatti con 6.581.000 spettatori pari al 27.29% di share, il nuovo show dell’ex “allievo” di Carlo Conti al suo debutto su Canale 5 vince la gara degli ascolti battendo La Certosa di Parma, che su Rai1 è stata vista da 5.660.000 spettatori, pari al 20.27% di share. Nonostante le percentuali il programma non convince e sul proscenio va in onda il trash più trito. Si inizia in pompa magna tra le acclamazioni del pubblico…

Spettacolo

La prima versione del Vangelo di Pasolini? Senza miracoli e Resurrezione

Sarebbe stato Monsignor Luigi Angelicchio, creatore del Centro Cattolico Cinematografico secondo la volontà di Papa Giovanni XXIII, a convincere l’amico Pier Paolo Pasolini poco dopo la fine delle riprese de Il Vangelo secondo Matteo, ad aggiungere i miracoli e la Resurrezione di Cristo. E’ questo uno dei più interessanti retroscena della celebre pellicola svelati, oggi al Centro Elis di Roma in occasione del novantesimo anniversario della nascita di Pasolini (Bologna – 5 marzo 1922)…

Spettacolo

Senza Frontiere: quando il cinema denuncia il razzismo

È uscito per le edizioni Kappa “Senza Frontiere – L’immigrazione nel cinema italiano”, di Sonia Cincinelli: l’opera illustra come il cinema d’autore negli ultimi vent’anni ha trattato gli immigrati e il nostro rapporto con loro. L’autrice ci racconta che il libro è nato in modo “tendenzioso, con l’intenzione di portare avanti un progetto culturale antirazzista”, in particolare contrapponendo l’opera di approfondimento del cinema all’annichilente appiattimento delle semplificazioni…

Spettacolo

Lucio Dalla? Un grande attore mancato

La morte di Lucio Dalla ha sconvolto il mondo della musica ma anche quello del cinema. Il cantautore bolognese è stato un’artista a tutto tondo capace di esprimersi non solo con le sette note ma anche davanti ad una cinepresa oppure a comporre musiche da cinema. La sua ultima collaborazione cinematografica – nel 2009 – lo vede al fianco di Pupi Avati: dopo anni di attrito, Lucio finalmente fa la pace con il regista bolognese, firmando la colonna sonora di Gli amici del bar Margherita. Nel…

Spettacolo

Walter Chiari, la solitudine degli uomini primi

Walter Chiari, fino all’ultima risata. Questo il titolo della nuova produzione di mamma Rai, che ieri, con la seconda e ultima puntata dedicata alla biografia del celeberrimo showman, ha catalizzato davanti al televisore un pubblico nostalgico ma corposo: sono stati ben 6 milioni e mezzo di telespettatori (6 milioni 452 mila) con uno share del 22.66% gli italiani incollati davanti alle rete ammiraglia di viale Mazzini. Rai1 fa il pieno di ascolti e si conferma ancora una volta la rete leader…

Spettacolo

Oscar, The Artist fa contenti tutti. Trionfo di Ferretti-Lo Schiavo

Una vittoria annunciata quella di “The Artist”, il film del francese Michel Hazanavicious premiato, all’84esima edizione della notte degli Oscar, con ben cinque statuette su dieci nomination. La pellicola, muta e in bianco e nero, era data 1.06 dai bookmaker come miglior film. Oltre a rispettare questa previsione, The Artist ha trionfato anche nelle categorie costumi, colonna sonora originale, migliore regista e migliore attore, con Jean Dujardin. Il film è un tributo al cinema da parte del…

Spettacolo

Verdone, «me piace ‘sto politico tecnico perché almeno nu’ ride, perché non ce sta nulla da ride!»

«Ce stanno a ridurre sul lastrico, ma mi piace ‘sto politico tecnico (Monti, ndr) perché almeno nu’ ride, perché non ce sta nulla da ride!». Carlo Verdone non cambia mai. Strappa risate col suo accento romanesco anche quando – citando il suo fioraio – dà il suo giudizio politico sull’attuale esecutivo. Un mondo occidentale che vive oggi in ansia per spread e rating: «Non si può vivere così è una follia». E l’Italia? «E’ un paese per vecchi, con poco spazio per le nuove generazioni».