lunedì, 30 Marzo, 2020

Ciao Alfonso. Una vita da socialista e nel Partito Socialista

0

Il 22 febbraio è venuto a mancare, dopo una grave malattia, il Compagno Alfonso Ma­ria Capriolo.
Nato ad Ancona il 26 otto­bre del 1956, dove ha sempre vissuto ed esercitato la professione di avvocato, Alfonso è stato giovane assessore socialista al bilancio del Comune di Camerano e nel 2002 assessore alla cultura presso la Provincia di Ancona. Successivamente, presi­dente del Sistema Museale del­la Provincia.
Lunga la sua militanza al Partito Socialista Italiano e proficua la sua esperienza da Segretario Regionale dello S.D.I., in un momento difficile per il Partito, dopo gli anni di tangentopoli.
Una dedizione assoluta, quella di Alfonso, al Partito, alla sua storia ed ai suoi valori. In effetti, la Storia, in particolare quella socialista, era la sua grande passione, a cui ha dedicato tempo, energie e studio.
Alfonso era, infatti, un intellettuale vero.
L’ultimo suo impegno è stato quello di Presiden­te del Circolo Pietro Nenni. In tale veste, nello scorso mese di gennaio, già gravemente malato, si era occu­pato della figlia dello stori­co leader del Partito Socialista Italiano, Vittoria, nata ad Ancona e mor­ta il 15 luglio 1943 nel campo di concentramento di Auschwitz, dove fu deportata a causa della sua attività antifascista. Infatti, grazie all’interessamento del circolo da Lui presieduto ed alla sua tenacia è stata posizionata una pietra d’inciampo dedicata a Vittoria Nenni.
Una vita da socialista e nel Partito Socialista. Ciao Alfonso.

Alfonso Capriolo, compagno e uomo di grande cultura


Antonio Gitto

 

 

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply