domenica, 28 Febbraio, 2021
Direttore Responsabile Mauro Del Bue

Con l’ultimo DPCM si può andare in crociera ma non al ristorante

0


Vorrei conoscere il nome di quel burocrate ‘burlone’, medico o politico che sia, per chiedergli con quali criteri abbia stabilito che andare al ristorante è altamente contagioso mentre in crociera no! La decisione dell’ultimo DPCM è particolarmente odiosa, perché evidenzia, anche con una certa crudeltà, il trattamento riservato alle ricche compagnie di navigazione rispetto alla categoria dei ristoratori. Ristoratori che per primi pensano alla loro stessa salute, e quindi a quella dei clienti; ricordiamo che nella maggior parte dei casi sono piccole aziende familiari.
Forse in Italia abbiamo dimenticato quanti croceristi sono stati recuperati in giro per il mondo durante la prima ondata della pandemia, e i costi di quei rimpatri in parte li hanno pagati anche i ristoratori con le loro tasse; tasse, oltretutto, che le compagnie di navigazione, in larga parte, non pagano in Italia.
Tornando al tema, e scemata l’indignazione, mi chiedo se i burocrati che hanno preso la decisione siano mai andati in crociera; me lo chiedo perché forse non sanno che una crociera, per definizione, è un inno al cibo e alla tavola; si mangia sei volte al giorno, a turno, e ogni volta sono migliaia di passeggeri che vengono serviti: solo le cucine sono grandi come una piccola città e tonnellate sono gli alimenti caricati alla partenza. E i ‘burloni’, forse, ci vogliono convincere che mentre un agriturismo di campagna, che alleva le galline per farne un buon brodo dove cuocere i cappelletti, è un luogo di contagio e la crociera un tocca sana per la salute! In questo anno tutti abbiamo partecipato a condurre uno stile di vita prudente e riservato, nel rispetto di noi stessi e del prossimo; le piccole imprese sono state rispettose dei DPCM, e i ristoratori hanno pagato i costi della pandemia con un prezzo incredibilmente alto. Ora, sentirci dire che è più sicuro mangiare più volte al giorno insieme ad altre migliaia di persone, con personale di bordo internazionale è salutare, mentre andare al ristorante con la famiglia è pericolosissimo perché il rischio di contagio è alto! Una follia, una vera follia. Soprattutto uno schiaffo alla miseria di quanti sono costretti ad elemosinare un prestito o un ‘ristoro’ per andare avanti; ma, poi, per andare dove…in crociera?!

Condividi.

Riguardo l'Autore

Angelo Santoro

Leave A Reply