martedì, 7 Aprile, 2020

Conoravirus, le misure predisposte dall’Inps

0

Coronavirus
POTENZIAMENTO DEI SERVIZI INFORMATIVI INPS
In considerazione della diffusione dei contagi da Covid-19 in atto sul territorio nazionale, l’Inps ha disposto che tutti i servizi informativi siano resi attraverso il potenziamento dei canali telefonici e telematici e integralmente assicurati dal servizio di sportello telefonico provinciale, attivi con gli stessi standard di qualità e nelle consuete fasce orarie di apertura al pubblico (8.30 – 12.30).
Inoltre, resta attivo il Contact center nazionale al numero 803 164 da rete fissa e 06 164 164 da telefonia mobile.
Le scelte dell’Istituto fanno seguito all’entrata in vigore del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, che ha esteso a tutto il territorio nazionale le disposizioni precedentemente previste soltanto per alcune zone del Paese.
Di seguito, si riporta, per ogni opportunità, un breve prontuario che riassume le modalità con cui poter contattare l’Istituto da tutte le province italiane.
Hai bisogno di parlare con l’Inps?
I servizi informativi all’utenza sono costantemente garantiti da:
Contact center nazionale attivo tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 ed il sabato dalle 8 alle 14; il servizio viene erogato in otto lingue (italiano, tedesco, inglese, francese, arabo, polacco, spagnolo e russo). Il Contact center è raggiungibile componendo il numero 803 164, gratuito da telefono fisso, e il numero 06 164 164 da cellulare, a pagamento in base alla tariffa applicata dai diversi gestori.
Servizi erogati dal Contact center:
Informazioni e assistenza su pensioni, prestazioni a sostegno del reddito e contributi individuali;
Rilascio del Pin (codice personale di identificazione);
Spedizione dei principali duplicati di documenti agli utenti (estratto conto assicurativo, Certificazione unica, ecc.);
Informazioni e acquisizione delle domande di prestazioni (disoccupazione e mobilità, maternità e congedo parentale, congedi e permessi per diversamente abili, assegni al nucleo familiare etc.) e pensioni (il call center è uno dei canali ufficiali di presentazione delle istanze di servizio);
Iscrizione online per lavoratori parasubordinati, domestici e casalinghe;
Simulazione del calcolo dei contributi per i lavoratori domestici e invio del Mav per il pagamento;
Informazioni e invio copia della ricevuta di pagamento online dei contributi per lavoratori domestici, versamenti volontari, riscatto della laurea e ricongiunzioni contributive;
Attivazione dei voucher per buoni lavoro occasionale;
Assistenza sui servizi internet;
Acquisizione domande di servizio (domande di pensione, domande di prestazioni a sostegno del reddito, ecc.).
Il Contact center, laddove non fosse in grado di erogare il servizio richiesto dall’utente, attiva una comunicazione alla sede Inps competente che provvede al tempestivo riscontro anche ricontattando telefonicamente l’utente.
In questa fase di emergenza, le strutture territoriali dell’Inps si impegnano a contattare l’utente entro le successive 24/48 ore attraverso i canali indicati dal cittadino:
Servizio online Inps risponde, presente sia nella sezione “Contatti” del portale istituzionale e sia nell’app Inps mobile, accessibile con o senza Pin;
Cassetti previdenziali dedicati alle aziende e ai soggetti abilitati (consulenti del lavoro, commercialisti, artigiani e commercianti, datori di lavoro domestico, agricolo, parasubordinati etc.) e caselle di posta dedicate per gli enti di patronato.
Anche in questi casi la richiesta di servizio dell’utente viene inoltrata alla sede periferica Inps di competenza che provvede al tempestivo riscontro anche ricontattando telefonicamente l’utente.
A tutto ciò si aggiunge che, in sostituzione del normale sportello di front office fisico, è stato attivato un servizio telefonico potenziato attraverso l’istituzione di task force provinciali, attive dalle 8.30 alle 12.30, dal lunedì al venerdì. Questo servizio garantirà all’utenza una risposta immediata e diretta sulle prestazioni della sede, valutando eventuali particolari esigenze.
Sul sito web dell’Ente di previdenza (www.inps.it) è disponibile l’elenco dei numeri degli sportelli telefonici di tutte le sedi Inps.

 

Coronavirus
LE MISURE PREDISPOSTE DALL’INPS
In considerazione dell’evolversi della situazione epidemiologica da Covid-19, l’Inps ha adottato alcune prime misure precauzionali e preventive, avviando al contempo una campagna informativa mirata a fornire tutte le indicazioni necessarie ai cittadini.
L’Istituto ha attivato, pertanto, un Comitato permanente che monitora costantemente la situazione di tutte le strutture territoriali dell’Ente, allo scopo di mettere in atto le procedure più idonee in coordinamento con le autorità competenti.
L’Inps ha disposto diverse limitazioni dell’accesso ai servizi di front-end fisico e l’eventuale attivazione di servizi alternativi al fine di garantire il proseguo delle attività istituzionale.
L’Istituto ha inoltre attivato i nuovi numeri telefonici per contattare gli uffici provinciali di tutte le province d’Italia, con l’obiettivo di fornire informazioni e supporto agli utenti anche a distanza.
L’Ente ha altresì provveduto alla chiusura di temporanea di alcune sedi Inps al fine di predisporre le necessarie operazioni di sanificazione.
Sospesi i recapiti di Poste Italiane nella zona rossa
A causa dell’emergenza sanitaria, Poste italiane ha sospeso i servizi di recapito postale nei Comuni della cosiddetta “zona rossa”. In questi territori, pertanto, potrebbero verificarsi ritardi o mancate consegne delle comunicazioni postali inviate dall’Ente di previdenza. Sul sito e sull’app Inps mobile è disponibile il servizio di Cassetta postale online, che consente agli utenti di consultare alcune delle comunicazioni inviate dall’Istituto tra cui esiti di istanze e provvedimenti, verbali di visite sanitarie e certificati medici, avvisi di addebito, certificazioni reddituali. Il servizio è accessibile da parte degli iscritti alle gestioni private dell’Inps muniti di credenziali Pin, Spid, Cie o Cns.
Attraverso la Cassetta postale online è possibile sia visualizzare sia scaricare le lettere inviate dall’Inps con service di stampa dal 2006 in formato pdf, così come le raccomandate A/R con i relativi ritorni in formato Tif.
Sospensione visite medico legali e comunicazioni ai cittadini
Nella regione Lombardia e nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia è stato disposto il differimento di tutte le viste assistenziali e previdenziali presso le Uoc/Uost medico legale, anche al fine di evitare spostamenti non necessari ai cittadini.
Nel restante territorio nazionale si conferma la sospensione delle visite dei soli minori e degli ultra65enni.
Per tutti i soggetti già convocati e interessati alla sospensione è previsto l’invio di Sms del rinvio della visita per emergenza Covid – 19.


Carlo Pareto

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply