venerdì, 22 Novembre, 2019

Conto alla rovescia per l’Ue, Christine Lagarde: «Tre mesi per salvare l’euro»

0

«In meno di tre mesi». Questo il tempo, strettissimo, indicato dal direttore del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde, per salvare l’Euro dal baratro.  Lagarde ha affermato la necessità di varare, e subito, ulteriori misure per salvare la moneta unica. Insomma, come di consueto, parla chiaro la prima donna della storia ad occupare il posto di direttore dell’FMI: Lagarde rilancia così la ricetta di un altro big della finanza, George Soros, che ha affermato che «le autorità europee hanno un margine di tre mesi per correggere i propri errori e invertire l’attuale inerzia».

 

DOPO LA DUREZZA UN PO’ DI “CLEMENZA” – La direttrice dell’FMI ha poi parlato del tema dolente dei conti pubblici: forse consapevole dell’impopolarità delle misure di austerity che stanno piegando vari paesi d’Europa, Lagarde ha sottolineato che i conti pubblici vanno risanati «gradualmente e in modo fermo», ma non attraverso «la stretta delle cinghia di cui tutti stanno parlando». Senza specificare cosa avesse in mente, la direttrice del Fondo Monetario ha poi voluto ricordare, a quelli che lo avessero dimenticato, che «per costruire l’Eurozona ci è voluto del tempo e il lavoro è ancora in corso».

LA GRECIA – Dopo le polemiche dei giorni scorsi, che videro sotto attacco per aver accusato i greci di «non pensare che a evadere le tasse», Lagarde torna sul tema Grecia, ribadendo che «il pagamento delle tasse è uno strumento necessario per riequilibrare la situazione di ogni Paese, Grecia compresa». Il direttore però non ha voluto sbilanciarsi in merito alla possibile uscita degli ellenici dall’euro, e, interrogata in proposito, ha lapidariamente risposto che  si tratterà «di una questione di volontà politica».

DA DONNA A DONNA – Nel corso dell’intervista rilasciata alla famosa giornalista Christine Amanpour della CNN, il direttore del Fmi non si è fatta scappare l’occasione per lodare un’altra donna che occupa una posizione apicale sullo scenario mondiale, la cancelliera tedesca Angela Merkel: per Lagarde, la Merkel, che per la sua rigidità in fatto di conti non gode di ottima popolarità e di appoggio politico in Europa, è un «leader forte e una donna coraggiosa» in un mondo dominato da uomini.

 

 

 

 

 

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply