venerdì, 7 Agosto, 2020

Coppa Italia: niente rimonte, la finale sarà Lazio-Juventus

0

immobileSconfitte indolori per i biancocelesti e i bianconeri, che perdono entrambe 3-2 rispettivamente contro Roma e Napoli, ma fanno valere il vantaggio delle sfide dell’andata. Appuntamento al 2 giugno per la finalissima

ROMA, VIA SPALLETTI? – La Lazio partiva dal 2-0 dello scorso primo marzo. Missione dunque difficile per la Roma, che si è fatta decisamente più in salita dopo il vantaggio biancoceleste di Milinkovic-Savic. Prima dell’intervallo il pareggio di El Shaarawy ha ridato qualche speranza ai giallorossi. Ma il 2-1 di Immobile a inizio ripresa ha chiuso definitivamente i giochi, nonostante poi la doppietta di Salah che ha regalato la vittoria alla Roma per 3-2. A passare sono però i ragazzi di Simone Inzaghi, che si godono così la sconfitta più dolce della storia del derby. Tutto da vedere quale sarà ora il futuro dell’allenatore giallorosso Luciano Spalletti: più volte il tecnico toscano ha infatti ribadito l’intenzione di lasciare la Capitale se non avesse vinto un trofeo. Resta solo lo scudetto, ma la Juventus ha 6 punti di vantaggio. Storia al capolinea?

higuainHIGUAIN “INGRATO” – Discorso simile per la seconda semifinale. La Juventus si è presentata a Napoli forte del 3-1 dell’andata. Tutto lo stadio “San Paolo” ha ricoperto di fischi l’ingresso in campo del “traditore” Gonzalo Higuain, passato in estate proprio dagli azzurri ai rivali bianconeri. L’argentino non si è fatto condizionare, anzi ha firmato una doppietta decisiva per il passaggio in finale della Vecchia Signora. I campani sono riusciti a vincere 3-2 con i gol di Hamsik, Mertens (a segno dopo 11 secondi dal suo ingresso grazie a una papera di Neto) e Insigne. Ma all’ultimo atto, per il terzo anno di fila, vanno i campioni d’Italia.

APPUNTAMENTO AL 2 GIUGNO – La finalissima si disputerà il prossimo venerdì 2 giugno allo stadio Olimpico di Roma. La Juventus, vincitrice delle ultime due edizioni, va a caccia del tris e parte ovviamente favorita, anche perché in campionato ha battuto la Lazio sia nel girone d’andata che in quello di ritorno. Guai però a sottovalutare i ragazzi di Simone Inzaghi, insieme all’Atalanta la vera sorpresa di questa stagione. Sarà un replay della finale 2015 quando i bianconeri si imposero 2-1 ai supplementari grazie al gol decisivo di Matri dopo le reti di Radu e Chiellini nei 90’ regolamentari.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply