sabato, 11 Luglio, 2020

Covid. Nencini: “Aderisco a manifestazione medici”

0

“Spesso in prima fila, a tappare i buchi anche con il Coronavirus. Ora bisogna ricordarsene. Chiedono di aumentare le risorse per le specializzazioni mediche. Sono gli specializzandi in medicina, in piazza per non essere dimenticati. E c’è ancora chi non vorrebbe i 37 miliardi del fondo Mes. In piazza anch’io”. Così il senatore del Psi, Riccardo Nencini, aderendo alla manifestazione dei corsisti e studenti di Medicina e chirurgia e medicina generale, indetta per venerdì 29 maggio.

I medici neo-abilitati, i cosiddetti “camici grigi”, sono liberi professionisti precari, medici in formazione specialistica, corsisti di Medicina generale e studenti di Medicina e Chirurgia, e venerdì 29 maggio scenderanno in strada in tutta Italia uniti da un senso di incertezza e dalla coscienza di un futuro che sempre di più ci sfugge dalle mani. Il simbolo della manifestazione, nonché il filo conduttore che unirà l’intera categoria da Nord a Sud, sarà una mascherina con una X rossa e un 29, la stessa che verrà portata anche da chi non potrà esserci fisicamente perché impegnato a prestare servizio.

Si tratta di una manifestazione nazionale per difendere il servizio sanitario nazionale e chiedere basta precariato per i medici. “ L’emergenza COVID-19 – si legge nel manifesto della protesta – ha scoperchiato un vaso di Pandora che da anni veniva volutamente ignorato dalla politica. Abbiamo visto come la carenza di personale sanitario sia un danno per tutta la popolazione: oggi, di colpo, ci accorgiamo degli effetti di tutti i tagli alla Sanità dell’ultimo decennio, pertanto, è necessario ora più che mai rivedere la programmazione del personale sanitario. L’equazione è semplice e immediata: se mancano i medici, l’intero sistema lavora in un continuo stato di precarietà, rischiando il collasso quando la richiesta di cure è superiore al normale”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply