martedì, 28 Gennaio, 2020

Craxi. GayLib, come ogni anno ricordiamo lo Statista del Partito che aprì ai diritti civili

0

L’associazione GayLib anche in questo ventennale, come accade ogni anno dal 2000, si unirà alla famiglia Craxi nel ricordo commosso e sentito del leader socialista Bettino Craxi nel giorno del triste anniversario della scomparsa.

“Il 19 gennaio in occasione del ventennale della morte di Bettino Craxi renderemo omaggio al leader riformista in piazza Duomo a Milano, uno dei luoghi a lui più cari, dove il Comune di Milano tributerebbe solo il giusto e pure tardivo riconoscimento intitolando uno spazio alla memoria di uno statista italiano che è stato un martire della libertà e ha onorato, servito e amato il suo Paese anche dall’esilio al quale è stato costretto e a causa del quale è morto prematuramente. “La mia libertà equivale alla mia vita” è il testamento di un uomo coraggioso e fiero della propria esistenza al quale non si può non dedicare un ricordo autentico e degno della sua statura morale”.

Con queste parole Daniele Priori, segretario nazionale di GayLib annuncia l’iniziativa che l’associazione per i diritti civili lgbt dedicherà nel mese di gennaio alla memoria dell’ex segretario del Psi morto il 19 gennaio del 2000 in Tunisia.

“Bettino Craxi è stato uno dei più grandi statisti europei. Maestro di politica e di geopolitica, pensatore e stratega riformista. Il suo Partito Socialista che fu anche il Psi di Loris Fortuna, padre della legge sul divorzio, è stata la formazione politica che ha dato lo slancio più convinto, nel naturale affratellamento con il Partito Radicale, al dibattito sulle tematiche civili oltre ad essere stato il primo partito che, grazie all’impegno dell’onorevole Agata Alma Cappiello, nel lontano 1988 ha portato in Parlamento una proposta di legge per il riconoscimento delle coppie gay” commenta il presidente e fondatore di GayLib, Enrico Oliari.

“Alla figlia Stefania in particolare – conclude la nota di GayLib – da sempre rimasta coerentemente nella nostra area politico culturale liberale e riformatrice, l’abbraccio più sentito e la nostra adesione formale alle cerimonie che la Fondazione terrà in quei giorni ad Hammamet sulla tomba di Bettino Craxi”.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply