sabato, 20 Luglio, 2019

Croazia, si apre la campagna elettorale per le presidenziali

0

Si è aperta la campagna elettorale in Croazia per le prossime elezioni per la Presidenza della Repubblica, previste per fine d’anno. Sono stati ufficialmente scelti i due candidati che si contenderanno la più importante carica istituzionale. Da una parte la riproposizione da parte dell’Hdz, partito che esprime il Governo, dell’attuale Presidente Kolinda Grabar Kitarovic. Dall’altra la scelta del candidato dei socialdemocratici nella persona di Zoran Milanovic, ex premier dal 2011 al 2016. La lotta per la vittoria sara’ ristretta a questi due , ma sarà importante vedere cosa farà l’estrema destra ancora incerta se presentare un candidato di disturbo, che toglierebbe consensi alla Grabar, o arrivare a un’alleanza con la stessa. Milanovic, figura di indubbio carisma, è riuscito ad unire il partito, dilaniato da frizioni interne e potrà sicuramente far leva sullo scontento determinato dalla poco felice situazione economica. L’attuale Governo guidato dall’Hdz Andrej Plenovic deve affrontare una pesante congiuntura economica con la presenza di oltre 100.000 disoccupati. La maggiore risorsa del Paese, il turismo, che ha sempre rappresentato la valvola di salvezza per far quadrare i conti, presenta preoccupanti problematiche. I dati dell’inizio della stagione mostrano un lieve calo di presenze, determinato forse anche dalla ripresa di questo settore in altre aree mediterranee, ma soprattutto scontano la mancanza di manodopera qualificata che determina una riduzione dell’offerta turistica. Le relazioni internazionali, al di là della visibilità della attuale Presidente, non offrono nulla di nuovo con un vecchio contenzioso con la Slovenia che riguarda le acque e la pesca negli spazi marini contigui e i rapporti con la Serbia sempre irrisolti per quanto riguarda le fasce confinare a cui si sono aggiunti recentemente le accuse della Bosnia sulle interferenze dei servizi di sicurezza croati. C’è poi una questione finora sottaciuta che potrebbe incrinare notevolmente le relazioni con l’alleato finora più solido del Governo Hdz e cioè con il Premier ungherese Orban.

Proprio recentemente Orban ha in luogo pubblico lanciato delle rivendicazioni territoriali rispetto al confine tra Ungheria e Croazia, che hanno colto di sorpresa il Governo croato, finora impegnato con i vicini ungheresi a risolvere solo residue questioni legate a interessi energetici. La cosa ovviamente è stata ripresa dall’opposizione socialdemocratica che ha accusato Il Governo di non difendere gli interessi nazionali. Tutti questi elementi sono già oggetto della campagna elettorale e il leader dei socialdemocratici Davor Bernardic ha chiesto ai croati un voto per assicurare maggiore dignità al Paese. Un ruolo importante nella contesa per la nuova Presidenza lo giocherà sicuramente la comunità italiana presente in Istria e nel Quarnero, con il l Presidente della regione Istria Flego recente mente eletto parlamentare europeo nelle liste socialdemocratiche.

Alessandro Perelli

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply