martedì, 24 Novembre, 2020

DECIDERE INSIEME

0

“Sul Mes il Governo non dice la verità. Le motivazioni usate ieri dal Premier Conte per “giustificare” la mancata attivazione sono fuorvianti per gli italiani che lo hanno ascoltato. Il Mes è uno strumento che consente di dare immediata liquidità ai bilanci delle regioni per la spesa sanitaria, senza condizioni dall’Europa e ad un tasso irrisorio di gran lunga più conveniente di qualsiasi altro strumento. Per questo presenteremo un disegno di legge costituzionale per chiedere un referendum consultivo sul Mes: è giusto che gli italiani dicano al Governo e ai partiti come la pensano”. Così in un post su Facebook il segretario del Psi, Enzo Maraio.
Ieri infatti il Presidente del Consiglio Conte ha liquidato il MES e una sua discussione al riguardo in pochissime parole. “Il MES non è la panacea come viene rappresentato”, ha affermato Giuseppe Conte in seguito alla conferenza stampa con cui ha introdotto il nuovo DPCM del 18 ottobre. Conte torna a parlare del Meccanismo Europeo di Stabilità fornendo alcuni chiarimenti. E spiega che i soldi provenienti dal MES sono dei prestiti e come tali non possono essere utilizzati per coprire delle spese aggiuntive, ma “si possono coprire spese già fatte in cambio di un risparmio di interessi”. Conte precisa che questi soldi vanno ad incrementare il debito pubblico. Prendendo quindi i soldi del MES, il governo dovrà intervenire con delle nuove tasse o con dei tagli di spese poiché “il deficit lo dobbiamo tenere sotto controllo”.
Tuttavia come argomentazione non basta al resto del Parlamento. I primi a mettersi di traverso sono i parlamentari di Italia Viva. “Dicendo No al Mes il Premier Conte fa felici Meloni e Salvini ma delude centinaia di sindaci e larga parte della sua maggioranza. Il tempo dimostrerà come questa decisione sia un grave errore politico e soprattutto un danno per gli italiani”. Così il leader Iv Matteo Renzi critica su Facebook il no del premier all’attivazione del Mes.
Infatti gli unici ad essere d’accordo con Conte sono i sovranisti, contrari anche gli attuali alleati di Governo, i dem.
“Non si può liquidare il tema con una battuta alla stampa. Il Mes va discusso in Parlamento”. A dirlo è il leader del Pd, Nicola Zingaretti, che ha commentato così la decisione del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, di rifiutare, almeno per il momento, i soldi del Mes, il cosiddetto fondo Salva-Stati europeo.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply