venerdì, 14 Agosto, 2020

Due serate di grande jazz a Palazzo Farnese di Caprarola

0

Secondo appuntamento, nella sua versione “Oltreroma”, per Una striscia di Terra Feconda , festival franco-italiano di musiche improvvisate, giunto alla 23esima edizione con la direzione artistica Paolo Damiani e Armand Meignan. Venerdi 31 luglio, a Caprarola (Viterbo) nello splendido scenario di Palazzo Farnese, il Trio di Luca Aquino presenta “Italian Song Book”, il suo nuovo progetto; mentre sabato 1 agosto sarà la volta di “Dear John (omaggio a Coltrane)” con Francesco Bearzatti, sassofoni, Roberto Gatto, batteria e Benjamin Moussay tastiere, fender rhodes.

Prenotazione obbligatoria al numero fisso di Palazzo Farnese 0761.646052, dalle ore 9,00 alle ore 19,00. Sanificazione mani all’ingresso, all’interno del Palazzo obbligo di distanziamento e mascherina, che può essere tolta una volta seduti. E’ possibile visitare Palazzo Farnese (escluso giardini) prima del concerto con lo stesso biglietto, entro le 20,45.
Domani, venerdì 31, il trio di Luca Aquino composto da Luca Aquino, tromba, Dario Miranda, contrabbasso e Fabio Giachino, pianoforte, presenta “Italian Song Book”. Dopo essere stato costretto a lasciare palco e tromba per una paralisi facciale, Luca Aquino, grazie a una impressionante ripresa, ritorna sul palco con un nuovo progetto. Prodotto dalla ACT Music, il nuovo lavoro del trombettista beneventano è un tributo alla magia della canzone italiana, un viaggio che Aquino percorre in compagnia della sua tromba, in cui la canzone italiana diventa veicolo di emozioni. Ad affiancarlo ci saranno il pianista Fabio Giachino, il contrabbasso di Dario Miranda e la batteria del parigino Fabrice Moreau, col quale Luca ha suonato in Francia in varie occasioni, durante la sua lunga collaborazione con Manu Katché.
Sabato 1 agosto è la volta di “Dear John (omaggio a Coltrane)” con Francesco Bearzatti, sassofoni, Roberto Gatto, batteria e Benjamin Moussay tastiere, fender rhodes. Bearzatti offre sempre creazioni sorprendenti: Monk in salsa rock, una suite dedicata alla fotografa Tina Modotti e una per Malcolm X. Per questo incontro franco-italiano senza precedenti con il grande Roberto Gatto e con il tastierista preferito di Louis Sclavis, ha scelto di rendere omaggio a John Coltrane. Un tributo personale e originale che promette nuove sorprendenti visioni dell’universo Coltrane.

 

Redazione Avanti

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply