mercoledì, 21 Agosto, 2019

Economia italiana in recessione. Ma la Germania non sta meglio

0

Se Atene piange, Sparta non ride. Se l’economia italiana è di fatto in uno stato di recessione tecnica e la produzione industriale cala, non sta di certo meglio quella della Germania. L’industria tedesca è, infatti, in frenata, deludendo tutte le attese del mercato.

Tira, quindi, brutta aria in Germania e gli imprenditori tedeschi cominciano a temere che si sia scivolati in recessione. Secondo l’Ufficio federale di statistica Destatis (l’Istat tedesca), a dicembre 2018, la produzione industriale è calata, rispetto al mese precedente, dello 0,4%, quando, invece, gli analisti si attendevano una crescita dello 0,7%. E questo non fa sicuramente vivere sonni tranquilli all’Italia, ma soprattutto a tutta l’Europa, anche perché è già il quarto mese consecutivo con segno negativo.

Quello delle costruzioni tedesche è il settore che ha risentito la flessione maggiore con un calo del 4%. Stessa sorte anche per la produzione industriale italiana che, secondo l’Istituto nazionale di Statistica (Istat), a dicembre 2018, è diminuita dello 0,8% rispetto a novembre, spiegando che si tratta della quarta contrazione consecutiva. Su base annua l’indice corretto per gli effetti di calendario risulta in ribasso del 5,5%. E’ la diminuzione tendenziale più accentuata dal dicembre del 2012. L’indice destagionalizzato mensile mette in mostra un lieve aumento congiunturale solo nel comparto dei beni intermedi (+0,1%), mentre sono, invece, diminuiti in misura marcata i beni di consumo (-2,9%) e l’energia (1,5%) e non c’è alcuna variazione per i beni strumentali.

Andrea Ghiaroni

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply