domenica, 28 Febbraio, 2021
Direttore Responsabile Mauro Del Bue

Emanuele Macaluso e le ragioni del socialismo

0

Emanuele Macaluso lo conobbi il 9 maggio 1978. Avevo chiesto di vederlo perché in un suo articolo c’era qualche apertura alle nostre posizioni sul sequestro Moro. Ma l’incontro durò pochi minuti. Subito dopo le presentazioni gli arrivò una telefonata che lo avvisava del ritrovamento del cadavere di Moro in via Caetani. Per me quell’episodio rimase una metafora dell’incombente crisi della politica, che ormai si trovava sempre in ritardo sui fatti.
Poi, dal 1983 al 1994, fummo colleghi in Senato: e ricordo bene come – con Napoleone Colaianni. Gerardo Chiaromonte, Maurizio Ferrara ed altri della vecchia guardia – reagì alla fine del comunismo senza pentimenti postumi ma con la ferma intenzione di rivendicare comunque le ragioni del socialismo. E “Le ragioni del socialismo” si chiamò appunto il mensile che fondò con Rino Formica nel 1996, proprio quando la sinistra pensava di aver risolto il problema ricorrendo ad un “papa straniero” come Romano Prodi.
Per molti di noi (fra cui Luciano Cafagna, Alberto Benzoni, Antonio Landolfi) le riunioni mensili di quella redazione rappresentarono l’ultimo legame che ci restava con la cultura politica: E non nascondo che quando nel 2009 mi venne offerta l’occasione di dirigere la nuova serie di Mondoperaio fu a quel precedente che cercai di ispirarmi.

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply