mercoledì, 24 Febbraio, 2021
Direttore Responsabile Mauro Del Bue

Estonia, incarico di governo a Kaja Kallas. Europeista e liberale

0

In Estonia le istituzioni e la politica si declinano ormai al femminile. Dopo le dimissioni del Primo Ministro Juri Ratas per un’inchiesta sul mercato immobiliare, la Presidente della Repubblica Kersti Kaljuraid, eletta nel 2016 e prima donna a ricoprire il ruolo di Capo di Stato, ha affidato l’incarico di formare il nuovo Governo a Kaja Kallas, 43 anni, segretaria del Partito Riformista di orientamento liberale e fortemente europeista. Avvocatessa è stata parlamentare europea nel gruppo dell’Alde . Suo padre fu a lungo dirigente del Partito comunista ai tempi dell’ Urss e poi ,dopo la caduta del muro di Berlino, a capo della Banca centrale estone. Nelle due settimane che avrà di tempo per presentarsi al Parlamento la Kallas avrà il non agevole compito di trovare la coalizione che supporti il suo tentativo. Le dimissioni di Ratas, avvenute per uno scandalo che non lo riguarda direttamente ma ha coinvolto il suo partito per speculazioni immobiliari a Tallinn, hanno però segnato anche una frattura tra i partiti che lo appoggiavano. Kaja Kallas ha già dichiarato che intende riallacciare la collaborazione con il partito di Ratas il Partito di Cento, una volta che saranno estromessi tutti i membri coinvolti nello scandalo, ma che non cercherà l’ apporto del Partito popolare conservatore , presente nella precedente coalizione di Governo , in quando fondato su valori e principi incompatibili con quelli liberali del Partito riformatore. Se riuscirà a ottenere il voto positivo del Parlamento Kaja Kallas sarà la prima donna a rivestire il ruolo di Capo del Governo in Estonia. L’ equilibrio politico nel Paese ,dopo le ultime elezioni, è di difficile raggiungimento in quanto dopo l’avanzata dell’estrema destra sovranità e antieuropeista, che ha proposto addirittura un referendum per l’uscita dall’Unione Europea, si sono ristretti i margini per una coalizione che raggruppi le forze democratiche. Il compito della Kallas sarà quello di ricucire i rapporti tra le forze politiche che , in questi anni , dopo l’indipendenza ottenuta nel 1991, hanno saputo portare il Paese sulla strada dello sviluppo e dell’ integrazione europea. Il tasso di espansione economica è in continua ascesa e dopo la parentesi del 2008-9 della crisi mondiale è ripreso a crescere. L’innovazione tecnologica ha costituito il motore della crescita della Repubblica baltica che ha uno dei debiti pubblici più bassi d’ Europa. La pandemia da coronavirus che ha colpito il Paese ha fatto sentire i suoi effetti negativi soprattutto settore dei servizi ma non ha per il momento causato gravi problemi di disoccupazione mentre i salari sono ulteriormente aumentati. Proprio nei giorni scorsi, di insieme ad altri Paesi del Nord Europa, l’Estonia ha sollecitato l’Unione Europea ad intervenire nei confronti della Pfizer dopo l’ annuncio della società americana di un blocco temporaneo nelle forniture del vaccino. Come per altri Paesi è sulla lotta alla pandemia che si baserà prioritariamente l’ azione del nuovo Governo estone che Kaja Kallas si appresta a formare.

Alessandro Perelli

Condividi.

Riguardo l'Autore

Avatar

Leave A Reply