sabato, 24 Agosto, 2019

Fine vita, proposta del Psi
in tutte le Regioni

0

eutanasiaLa proposta di legge per il fine vita è stata calendarizzata nella capigruppo: “Finalmente il Parlamento – afferma Pia Locatelli, capogruppo della componente socialista a Montecitorio – avvia una discussione sulla legge sul fine vita e sul testamento biologico, l’obiettivo dell’Intergruppo è stato raggiunto”.
“Abbiamo inviato una lettera a tutti i capigruppo – continua Pia Locatelli, che ricompre anche il ruolo di coordinatrice, assieme a Marisa Nicchi e a Ilaria Borletti Buitoni, dell’Intergruppo eutanasia legale e testamento biologico – firmata da 67 deputati, sollecitando la discussione delle varie Pdl, e dobbiamo ringraziare Arturo Scotto per aver posto l’attenzione sul tema. C’è la proposta di Sel, c’è una proposta di legge popolare e io stessa ne ho presentata una a inizio legislatura. Noi vogliamo che si faccia una legge. Non abbiamo dato volutamente delle indicazioni proprio per permettere un coinvolgimento trasversale e la costruzione di un testo ampiamente condiviso”.

Soddisfazione arriva anche dalla portavoce del Psi, Maria Cristina Pisani: “Avevamo chiesto insieme al segretario nazionale Riccardo Nencini ai nostri amministratori di colmare un vuoto legislativo favorendo nei territori il riconoscimento del rispetto della dignità umana. Con coraggio – aggiunge – in tutte le Regioni, in Campania, nel Lazio, in Piemonte, in Umbria, in Sicilia, Basilicata e Marche i nostri consiglieri stanno presentando la nostra proposta di legge ‘Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). A loro rivolgo il nostro ringraziamento. Il cuore della libertà è rappresentato dal diritto di definire il proprio concetto di esistenza. Per questo andremo avanti contro l’integralismo e l’indifferenza. Perché non siano altri a scegliere per noi”- ha concluso Pisani.
Passi avanti anche sulle unioni civili che sono state calendearizzate per il 28 gennaio.

Redazione Avanti!

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply