mercoledì, 22 Maggio, 2019

Giovanna Miele
Gli italiani del 25 aprile

0

Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Interni per avere diritto ad esercitare queste sue funzioni ha dovuto giurare sulla Costituzione repubblicana. Costituzione nata dalla Resistenza antifascista.

Il 25 Aprile del 1945 a Milano un corteo di antifascisti celebrava la fine della vittoriosa guerra di Resistenza e di Liberazione. Alla testa di questo corteo c’era fra gli altri , Sandro Pertini.

Per noi Socialisti per la storia moderna di questo Paese ricongiungerci ogni anno il 25 Aprile a questi eroici predecessori rappresenta un doloroso tributo alla memoria e, la riconferma degli ideali imperituri di democrazia, di libertà, di giustizia e di pace.
Matteo Salvini nel suo furore tanto risibile quanto dimentico della storia del Paese che, indegnamente rappresenta si metta d’accordo con il suo cervello. E, almeno formalmente si sforzi di essere all’altezza del solenne giuramento prestato.
Lo deve alle donne e agli uomini che hanno, con la loro attiva partecipazione, ed il loro personale sacrificio, gettato le fondamenta della Nazione e la successiva e progressiva costruzione della nostra Italia.
Quando con una presunzione assurda Salvini esclama “prima gli italiani” sappia bene di chi parla. Noi siamo le italiane e gli italiani del 25 Aprile.

Giovanna Miele

Condividi.

Riguardo l'Autore

Leave A Reply